Home » Consigli di viaggio » Ansia Da Viaggio: 6 Consigli per Sconfiggerla

Ansia Da Viaggio: 6 Consigli per Sconfiggerla

[ratings]

Le cose vanno così,

I social network sanno mostrarci con maestria solo le parti migliori dei momenti vissuti:

Possiamo vedere foto di cibo perfettamente impiattato, ma non della cucina ridotta a un campo di battaglia; di famiglie in pose felici, ma non della discussione avvenuta la sera prima; di bambini che sorridono da una culla, ma non delle ore di sonno perse per farli addormentare; di un arabesque di danza classica perfettamente eseguito, ma non della fatica e del nervosismo per arrivare a quel risultato.

Perché sui social sembra tutto perfetto e, soprattutto, semplice.

Semplice illusione, in realtà. Tu, ti sei mai chiesto cosa c’è dietro?

Dietro le splendide foto di viaggi che vediamo, per esempio, c’è di più: spesso ci sono sacrifici, risparmi, scelte, a volte l’arte di adattarsi e a volte la fatica, il sudore per arrivare a raggiungere panorami mozzafiato che ci lasciano a bocca aperta quando li vediamo in foto, comodamente seduti sul divano di casa.

Ma c’è ancora di più: dietro le splendide foto di viaggi che vediamo, spesso, c’è anche la vittoria contro quel qualcosa che il viaggio te lo può rovinare: L’ansia da viaggio.

Sembra incredibile eh, avere ansia per una cosa così bella come viaggiare. Eppure accade!

Per esempio, può scaturire da:

  • Il timore di esserti scordato qualche dettaglio nella preparazione del viaggio o di non essere sufficientemente equipaggiato
  • Il mezzo di trasporto scelto, quanti di noi soffrono d’ansia da viaggio in macchina?
  • La lontanaza da casa
  • Lo spaesamento di un posto che non conosci
  • Il pensiero di non vivere un’esperienza di viaggio così totalizzante come te la immagini che invece è stata da altri

Cos’è l’ansia

Gli stati d’ansia sono una sorta di anticipo su situazioni che potrebbero potenzialmente accadere: È il pensiero fisso delle paure che avresti se si verificasse una specifica circostanza. E ti martella il cervello anche su cose potrebbero tutto sommato non accadere mai.

Ansia da viaggio come cobbatterla

L’ansia da viaggio deriva dalla sensazione di non poter esercitare il controllo su qualcosa.

Quanto più andiamo incontro a situazioni imprevedibili, tanto più siamo in ansia: il viaggio è un classico esempio di situazione imprevedibile! Quante volte ti è capitato di sentire crescere l’ansia ed eccitazione da partenza per un viaggio?

Ecco perché tanta gente torna sempre nella stessa località e nello stesso alloggio, o preferisce viaggiare in treno oppure ancora sceglie posti a breve distanza da casa: sono situazioni preferibili perché danno la sensazione di poter mantenere una parvenza di controllo.

Ma se stai leggendo, è perché in realtà tu scalpiti per goderti il bello dell’avventura, delle nuove scoperte e vivere in modo positivo anche il non sapere cosa aspettarsi.

Anche dalle situazioni incerte possono nascere bei ricordi!

Allentare un po’ la presa, lasciarsi andare, godersi il viaggio:
tutte cose che puoi benissimo fare se metti in pratica almeno una di queste strategie anti-ansia:

1) Sii consapevole. La consapevolezza è il primo passo per affrontare e risolvere un problema di ansia. E, con un po’ di forza di volontà, anche aiutarti a cambiare punto di vista: essere consci di avere stati ansiosi riguardo determinate situazioni ci permette di individuare i nostri punti deboli e subito dopo affrontarli in modo costruttivo.

Pensiamo: “OK, sono fatto così, questo è una mia debolezza: non posso avere il controllo sul mondo, ma posso certamente averlo sul mio modo di reagire ad esso”. E’ il primo passo. Una volta capito questo, puoi attuare qualche strategia furba e qui veniamo al punto n°2.

2) Valuta gli scenari possibili e come affrontarli. Spesso e volentieri l’ansia ci porta a immaginare circostanze che hanno bassissime possibilità di realizzarsi.

Tuttavia, il modo migliore per combatterla è sentirsi molto preparati. Informati su itinerari alternativi, mezzi che puoi usare per proseguire il tuo viaggio se dovesse succedere qualcosa alla tua prima scelta, possibili condizioni meteorologiche, info utili sulla località…Insomma un piano B a seconda di ciò che temi potrebbe accadere, in modo da rasserenarti il più possibile.

3)Organizzati al tuo meglio. Paura di dimenticare qualcosa a casa? Fai delle liste molto precise e inizia a organizzarti tempo prima; sii preciso, cerca online informazioni utili su cosa può servirti, chiedi consigli ad amici e altri viaggiatori.

Timore di perdere documenti o che ti rubino il portafogli? Attrezzati con tasche interne, fai copie dei documenti o tieni un backup su Dropbox, salva qualsiasi cosa ti sia utile su chiavetta USB.

4) Scegli un alloggio confortevole, comodo, che non ti causi disagio non solo per gli spostamenti, ma anche nel viverci in senso stretto. Hai mai fatto un viaggio in cui dormivi in un hotel particolarmente squallido o con delle caratteristiche che proprio non ti andavano giù?

Ti ricordi quella sensazione di fastidio…? Ecco. Ok accontentarsi, certo, ma…Dopo una giornata intensa, tornare in un luogo familiare o quantomeno gradevole riduce stress e ansie! Valuta attentamente questo aspetto: il tuo alloggio non dev’essere perfetto, né 4 stelle, ma deve avere tutte le caratteristiche per te fondamentali per poterti sentire a tuo agio.

5) Abbassa le aspettative sul tuo viaggio. Hai visto foto magnifiche e ascoltato racconti incredibili dello stesso itinerario che stai per fare anche tu, e va bene. Ma cerca di allontanare il più possibile dalla mente immagini e situazioni preconcette che non necessariamente ti potrai trovare a vivere nello stesso modo o che forse, più probabile, su di te non faranno lo stesso effetto!

Quindi abbassa le aspettative e lasciati invece stupire da quel che incontri, vivi il tuo personale viaggio che sarà fantastico proprio perché unico e irripetibile. Ps: e pensa che qui un imprevisto potrebbe portarti a vivere momenti che non hai mai sentito in nessun racconto di viaggio: lo vedi ora come non sempre ogni male viene per nuocere?

6) Visualizza. Quando senti che ti sale l’ansia per qualcosa, usa la tecnica della visualizzazione. Ovvero, immagina intensamente una situazione ideale e desiderata per te, che ti rassereni. Non limitarti a vederla, cerca di sentirla appieno: concentrati sulle sensazioni positive che proveresti, i profumi, l’intensità dei colori, immaginati mentre intraprendi qualche azione e tutto va per il meglio.

Ogni volta che ti senti ansioso riguardo quella determinata cosa, recupera nella mente la tua visualizzazione positiva, in modo da poterla sostituire a quella negativa che lo stato d’ansia stava producendo per te.

Ora, rilassati. Stai per fare un’esperienza magnifica, concentrati sui lati positivi. Pensa a quanto hai desiderato questa partenza e a tutti i sacrifici che hai fatto. Ricordati sempre che non puoi sapere cosa accadrà, ma hai il totale controllo su come tu puoi reagire, a partire da adesso.

Sei tu alla guida del tuo viaggio: rendi l’ansia solo un innocuo e silenzioso passeggero. Sorridi. Chiudi la valigia. Parti.