Home » Consigli di viaggio » Diventare Host Airbnb: Come Viaggiare Stando a Casa

Diventare Host Airbnb: Come Viaggiare Stando a Casa

Airbnb è uno dei modi di viaggiare low-cost più gettonati del nostro tempo, ma è anche un modo per viaggiare rimanendo a casa.

Anche tu puoi farlo: ti basta diventare host airbnb.

Gli host sono i proprietari degli appartamenti che puoi prenotare tramite il sito airbnb.

Persone da ogni lato del mondo che mettono a disposizione la loro proprietà ad un prezzo più o meno accessibile e la sfruttano come alloggio turistico.

Questo fa sì che noi amanti dei viaggi low-cost possiamo goderci delle avventure stupende.

Sei proprietario di uno spazio e ti stai chiedendo come diventare host di airbnb?

Diventare un host ha i suoi lati positivi:

  • Hai un secondo guadagno extra.
  • Puoi conoscere persone da ogni lato del mondo.
  • Entri in contatto con altre culture e tradizioni pur stando a casa.

Una esperienza unica che ti permette di conoscere da più vicino il mondo dei viaggiatori.

Ecco tutto quello che devi sapere per diventare host airbnb.

Come aprire un airbnb

Ora vediamo invece come fare per aprire un airbnb.

Airbnb è una piattaforma diprenotazione alloggi low-cost tra le più utilizzate dai viaggiatori di questa generazione, me compreso.

Grazie a milioni di host airbnb nel mondo che mettono le loro proprietà a disposizione di noi viaggiatori, anche tu puoi trovare un perfetto alloggio per il tuo viaggio.

Oppure puoi offrirne uno.

Gli airbnb stanno nascendo in ogni angolo del mondo, anche nelle aree un po’ meno turistiche.

Vuoi anche tu creare il tuo airbnb?

Ecco cosa ti serve per farlo.

Cosa ti serve per aprire un airbnb

Per poter aprire un airbnb degno del proprio nome hai bisogno di:

  • Un (o più) appartamento, stanza privata o condivisa da affittare.
  • Del tempo a disposizione per organizzare prenotazioni, pulizie, check-in.
  • Un conto PayPal oppure un conto bancario per l’accredito del pagamento.
  • Un pc o uno smartphone per gestire disponibilità e tariffe e per rispondere alle richieste.

Sfatiamo il mito: per diventare host airbnb non serve la Partita IVA.

È però necessario seguire alcune regole nazionali e regionali:

  • Registrare gli ospiti al Portale Alloggiati della Polizia.
  • Stipulare un contratto di locazione per l’affitto sotto i 30 giorni.
  • Far versare all’ospite la tassa di soggiorno secondo la tariffa comunale.

Non hai un alloggio da offrire su airbnb ma vuoi comunque diventare un host?

Hai ancora una possibilità per essere un host: organizza una esperienza.

ARTICOLO CONSIGLIATO: Airbnb esperienze

Airbnb accedi come host

Fare il login alla tua pagina da host airbnb è semplice.
Funziona esattamente come quello per i viaggiatori.

Dalla pagina di accesso, puoi scegliere tra questi tre metodi:

  • Utilizzare il tuo account di Facebook.
  • Accedere con il profilo Google.
  • Inserire la email e la password create precedentemente.

ARTICOLO CONSIGLIATO: Come iscriversi a airbnb

Come funziona airbnb per gli host

Ti stai chiedendo come funziona airbnb per gli host?

Airbnb è una piattaforma che permette di alloggiare in spazi non convenzionali.

Gli airbnb sono alloggi particolari che non hanno a che vedere con il classico hotel oppure con gli ostelli.

Questi favolosi alloggi sono disponibili grazie a chi come te ha deciso di diventare un host airbnb.

La piattaforma permette a chi è proprietario di uno spazio abitativo di trasformarlo in un alloggio a uso turistico.

Inoltre da la possibilità di avere un secondo introito.

E se ci sono degli imprevisti?

Airbnb ha pensato anche a questo: ti spiego meglio nelle prossime righe.

Airbnb cosa fare per diventare host

Ora sai quali sono i requisiti principali per iniziare la tua avventura come un host airbnb.

Ma cosa devi esattamente fare per diventare host airbnb?

Il primo passo è quello di creare un profilo sul sito.

LINK SUGGERITO: Crea un profilo da host airbnb

A questo punto, Airbnb ti chiederà di rispondere ad alcune domande:

  • Quale tipo di alloggio offri? Puoi scegliere tra circa 40 tipologie.
  • Che tipo di stanza è? Privata, condivisa oppure una casa intera.
  • Quante persone puoi ospitare? Scegli il numero massimo dal menù a tendina.
  • Dove si trova il tuo airbnb? Indica in quale città.

Airbnb inserisci annuncio

Eccoci arrivati al momento più importante di questo passaggio: creare annunci gratis con airbnb.

Puoi mettere in vetrina il tuo alloggio airbnb seguendo questi 3 passaggi:

  1. Definisci i dettagli del tuo alloggio: i servizi inclusi, quanti posti letto e bagni, la posizione esatta dell’alloggio. Qui ti verrà di nuovo chiesto quale tipologia di alloggio offri. Inoltre, airbnb vuole sapere se sei un privato oppure una azienda e dà alcuni suggerimenti sulle funzionalità del sito.
  2. Ora prepara la scena: inserisci fotografie dell’alloggio, scrivi una piccola descrizione e il titolo più accattivante che ti viene in mente. Questo passaggio è fondamentale perché, insieme alle recensioni dei tuoi ospiti, fa la differenza tra chi visiona il tuo airbnb e chi lo prenota.
  3. L’ultimo passaggio è una checklist che permette di prepararti all’arrivo dei tuoi ospiti. Imposta le condizioni di prenotazione e le regole della tua casa. E’ adatto a famiglie? Si può portare un animale domestico? Le regole sono proposte ai tuoi ospiti prima della prenotazione.

Fai un controllo definitivo del tuo annuncio grazie alla comoda anteprima e poi via, sei pronto a pubblicare!

E ora che succede?

  • Il tuo annuncio è online e gli utenti verificati lo possono visionare.
  • Arriva una richiesta di prenotazione, accetta o rifiuta entro 24 ore.
  • Ricevi una mail con tutti i dettagli del soggiorno del tuo prossimo ospite.

Ricorda che è fondamentale tenere il calendario delle disponibilità aggiornato, per evitare dispiaceri ai tuoi ospiti.

Inoltre, puoi impostare il preavviso minimo per una nuova prenotazione. Così eviti i soggiorni last-minute.

Ora scegli il numero minimo e massimo di notti di soggiorno richieste per il tuo alloggio.

Inserisci il prezzo richiesto per una notte nel tuo airbnb.

Puoi anche selezionare un prezzo minimo e massimo da impostare nell’alta e nella bassa stagione.

Accogli gli ospiti

Nel prossimo step accogli gli ospiti: è arrivato il giorno del check-in dei nuovi alloggiati del tuo airbnb.

Hai già richiesto il loro orario di arrivo stimato, grazie alla comoda funzione posta di airbnb, e sei pronto ad accoglierli.

Dai delle indicazioni precise per il punto di incontro oppure, se offri il cosiddetto “self check-in”, ricorda di dare informazioni il più dettagliate possibile.

Ad esempio, puoi impostare un codice di accesso alla tua casa vacanze airbnb oppure lasciare un lucchetto con la chiave all’interno e fornire il codice tramite il portale.

Oggi la app airbnb offre un’esperienza ancora più confortevole per gli ospiti.

Ti permette di inserire le foto di alcuni punti della strada da percorrere da un punto centrale fino al tuo alloggio.

All’ospite basterà attivare la posizione del suo smartphone e la app fa la sua magia, cambiando immagine lungo la strada fino a raggiungere il suo airbnb.

Inserisci comunque un numero di cellulare perché gli ospiti ti possano contattare in qualsiasi momento, al loro arrivo se hanno problemi oppure per qualsiasi imprevisto durante il soggiorno.

Fai in modo che il tuo airbnb rispecchi le necessità di chi lo prenota:

  • Organizza il minimo indispensabile, come asciugamani, sapone e bagnoschiuma, la carta igienica.
  • Metti ben in vista la password del WIFI, oppure inseriscila nell’apposito spazio dell’annuncio airbnb per essere visionata dall’ospite dal giorno di check-in.
  • Coccola il tuo ospite con piccole sorprese, una stazione per tè e caffè, fiori freschi e candele.

Ricevi il pagamento da airbnb

Spesso prima di diventare host ci si chiede: quando paga airbnb?

Le domande che più frequentemente fanno gli host airbnb alle prime armi riguardano proprio il pagamento airbnb.

Il compenso per il soggiorno dei tuoi ospiti viene normalmente inviato 24 ore dopo il check-in, oppure a cadenza mensile per i soggiorni più lunghi di 28 notti.

Puoi scegliere il metodo di accredito dei compensi dalle impostazioni del tuo profilo.

Quindi, quando ricevi il pagamento?

Dipende dal metodo che hai scelto:

  • Ci vogliono al massimo 3-4 ore per ricevere il pagamento con PayPal.
  • Potrebbero volerci 5-7 giorni per l’accredito su un conto bancario.

Super host di Airbnb

Ora che conosci tutti i dettagli per come iniziare la tua avventura, puoi iniziare a puntare in alto: con un po’ di esperienza e impegno puoi infatti diventare un super host airbnb.

Cosa è un super host?

E’ un host che si impegna a fornire un’accoglienza di livello più alto grazie a requisiti che vengono valutati da Airbnb 4 volte l’anno.

Come puoi ottenere un badge da super host?

Airbnb assegnerà il tuo status di superhost se hai:

  • Ospitato per almeno 10 soggiorni.
  • Mantenuto il tasso di risposta a 90%.
  • Soddisfatto i tuoi ospiti con una valutazione di almeno 4,8.
  • Ottenuto un tasso di recensioni di almeno 50%.
  • Ricevuto 0 cancellazioni.

Oltre a soddisfare questi 5 requisiti, non devi fare nulla!

Airbnb valuterà la tua performance sulla base del totale dei 365 di ogni anno.

La valutazione ha luogo ogni 3 mesi e riceverai una mail di comunicazione da Airbnb circa 10 giorni dopo.

Non dimenticarti di monitorare il tuo status nei dettagli del tuo profilo.

Ma quali sono i vantaggi dell’essere un super host airbnb?

  • Ottenere un coupon da 100 $ oppure un servizio fotografico professionale se si mantiene lo status da già un anno.
  • Guadagnare in media 20% di più grazie ad extra bonus per invitare altri.
  • Ricevere un’assistenza dedicata ai soli superhost, più immediata.

Assicurazione airbnb

Per tutelare gli host e gli alloggi esiste una assicurazione airbnb per la protezione degli host.

Airbnb offre una copertura primaria per i proprietari fino ad un massimo di 1 milione di $ per alloggio (circa 800.000 €).

L’assicurazione è completamente gratuita e copre le responsabilità civili anche in caso di imprevisti durante il soggiorno degli ospiti nel tuo alloggio airbnb.

Sono coperti gli infortuni oppure i danni materiali agli spazi comuni fuori dall’ambiente affittato, ma non i danni provocati al tuo airbnb da inquinamento e muffa.

Per presentare una richiesta di rimborso è sufficiente accedere all’area Contatti airbnb.

Tasse per gli host airbnb

E’ venuto il momento di parlare delle condizioni fiscali, quindi delle tasse per gli host airbnb.

Il sito ufficiale di Airbnb ci fornisce questa preziosa indicazione:

Ti preghiamo di informarti sulle leggi locali prima di pubblicare il tuo annuncio.

Ogni comune ha le sue leggi in materia di home sharing e vanno rispettate.

Prima ancora di inserire un annuncio, è consigliabile chiedere informazioni agli uffici comunali di competenza per il tuo airbnb.

Spesso è necessario ottenere un permesso o una licenza, o anche solo registrarsi presso le autorità.

Ma come funziona fiscalmente?

Nella dichiarazione dei redditi airbnb è considerato come un reddito fondiario per il proprietario, che deve essere un privato e non un’azienda turistica.

A partire dal 2017 i guadagni derivati dagli affitti con durata inferiore ai 30 giorni vanno indicati nel quadro B del 730.

Per quanto riguarda la commissione di airbnb, invece, non viene dedotta dal tuo compenso.

Airbnb aggiungerà la sua commissione del 3 % direttamente nel costo totale dell’alloggio dei tuoi ospiti.

Annuncio airbnb

Nelle righe precedenti abbiamo scoperto come inserire il tuo primo annuncio airbnb, per pubblicizzare la tua casa o stanza (privata o condivisa) sul portale per affitti turistici.

Ma c’è una grande differenza tra un annuncio airbnb standard ed uno che funziona veramente.

Qual è questa differenza?

Piccoli dettagli e accorgimenti che convincono chi visiona il tuo annuncio a prenotare, invece di spingerlo a guardare altrove.

Ecco come fare.

Come ottimizzare un annuncio airbnb

Inserire un semplice annuncio è essenziale, ma non sempre efficace: sto per spiegarti come ottimizzare il tuo annuncio airbnb.

Per rendere migliore un annuncio di affitto airbnb ti consiglio di:

  • Scrivere una descrizione chiara ed accurata del servizio che proponi e delle caratteristiche dell’alloggio in affitto.
  • Caricare foto reali e di altà qualità per mostrare i punti di forza del tuo alloggio.
  • Favorire la semplicità attivando la Prenotazione Immediata (senza bisogno di tua conferma se l’alloggio è disponibile).

Ricorda di inserire anche una descrizione della casa in inglese per rendere visibile il tuo annuncio anche all’estero.

Il miglior consiglio che ti posso dare è quello di prendere spunto e imparare dai tuoi colleghi host ma soprattutto dai super host.

Come eliminare annuncio airbnb

Non è necessario mantenere attivi i tuoi annunci: nelle prossime righe puoi scoprire come eliminare un annuncio airbnb.

Sei tu a decidere quando attivare un annuncio.

Puoi farlo a seconda del periodo, della tua disponibilità e del tempo a tua disposizione.

Puoi infatti scegliere di:

  • Mettere un annuncio in pausa per un periodo determinato di tempo, dalla sezione “Gestisci annuncio” e quindi metterlo in sospeso.
  • Completamente eliminare un annuncio dalla lista, sempre nella sezione di gestione, per cancellarlo.

A questo punto sta a te mettere in pratica tutto questi consigli e suggerimenti e vedere se hai la stoffa per diventare host airbnb.

Buona avventura!

Bye bye.