Home » Europa » Italia » Cosa vedere a Follonica

Cosa vedere a Follonica: guida turistica del gioiello della Maremma

Follonica è una cittadina toscana situata nel cuore della Maremma. È la destinazione preferita per chi vuole passare una vacanza di relax in uno dei mari più belli della zona. Se però il mare non fosse abbastanza sono qui per farti conoscere cosa vedere nella città di Follonica oltre al mare. La città infatti ospita numerosi luoghi d’interesse che potranno rendere la tua vacanza ancora più ricca e interessante.

Follonica è una ex città industriale ed era sede delle industrie per la lavorazione dei metalli provenienti dalla vicina Isola d’Elba. Nel centro della città possiamo trovare la vecchia zona industriale chiamata Ex Ilva. La nascita della città viene infatti collegata alla fondazione delle Reali e Imperiali Fonderie per opera dell’imperatore Leopoldo II di Toscana nel 1834. La città ha dunque solide fondamenta nella vita industriale della zona. L’anima metallurgica della città si fonde perfettamente con gli edifici di stampo religioso. La chiesa di San Leopoldo è l’edificio religioso di maggiore pregio della città.

L’estate è sicuramente il periodo migliore per visitare la città. In questo modo avrete la possibilità di godere del clima temperato della zona e di godere delle bellissime spiagge della zona. Considera però che il mese di agosto è tra i più frequentati.

Se vuoi però scegliere un momento originale per visitare la città di Follonica puoi scegliere il periodo del Carnevale. Ogni anno decine e decine di carri allegorici sfilano per le strade della città raccogliendo numerosi visitatori. Ogni anno la data del Carnevale Follonichese varia in base alla Pasqua.

Nei prossimi paragrafi vedremo tutte le attività da svolgere a Follonica e i maggiori siti d’interesse da visitare per vivere a pieno la città.

Cosa vedere a Follonica: i più belli e importanti luoghi d’interesse

Follonica è una meta turistica conosciuta soprattutto per le sue spiagge, gioielli incastonati nella lussureggiante campagna Maremmana. Oltre alle spiagge c’è però molto di più. In questa guida ti porterò alla scoperta dei maggiori luoghi d’interesse di Follonica.

Chiesa di San Leopoldo

Chiesa San Leopoldo Follonica

La Chiesa di San Leopoldo è l’edificio religioso di maggior rilievo della città. Venne costruito ne l periodo che va dal 1836 al 1838. La Chiesa è stata progettata dai due architetti fiorentini Alessandro Manetti e Carlo Reishammer; venne consacrata alla presenza del granduca Leopoldo II di Toscana nel 1838.

L’architettura della chiesa è di stampo neoclassico e la pianta si sviluppa secondo il modello della croce latina. La chiesa è di particolare rilievo perché rende bene l’idea del livello di specializzazione a cui erano arrivate le fonderie della zona. La facciata è infatti realizzata interamente di ghisa. La Chiesa di San Leopoldo fu il primo esempio in Italia di questo genere di manifattura.

Indirizzo: Piazza Don Ugo Salti 9,  58022 Follonica
Informazioni: Telefono della segreteria parrocchiale 0566-40664
Prezzo: Ingresso libero

Palazzo Granducale

Palazzo granducale Follonica

Il Palazzo Granducale di Follonica è un edificio di grande pregio della città. Si tratta di un edificio a tre piani situato nella zona industriale di Follonica. Attualmente l’ultimo piano del Palazzo ospita la sede del corpo forestale dello Stato.

Il palazzo Granducale fu costruito nel 1845 per ospitare il Granduca Leopoldo II nelle sue frequenti visite nella città. Al suo interno si possono ammirare delle bellissime sale affrescate e con stucchi di grande valore.

L’edificio è circondato da un meraviglioso giardino con piante di moltissime varietà. Al suo interno possiamo trovare la famosa vasca da bagno commissionata da Napoleone Bonaparte alla bottega del Canova.

La vasca fu poi donata alla sorella di Napoleone, Elisa Bonaparte, granduchessa di Toscana. Il giardino vale decisamente la visita anche da solo. Il palazzo è visitabile su prenotazione insieme al suo giardino di piante monumentali.

Indirizzo: via Biocchi 2, 58022, Follonica
Orari: Visite su prenotazione
Informazioni: 39 0566 52012  Pro loco Follonica
Prezzo: disponibile su richiesta

Zona industriale ex Ilva

Area ex Ilva Follonica

Il villaggio fabbrica di Follonica è comunemente chiamato Zona Ex Ilva. Si tratta di un complesso di edifici che ospitava il centro industriale della città. Il comprensorio ormai dismesso ospitava gli stabilimenti dell’azienda Ilva, dal quale prende il nome la zona oggi.

Fu costruita per volere di Leopoldo II di Lorena per rappresentare il centro della città fabbrica che si occupava della lavorazione dei metalli prelevati nell’Isola d’Elba. Attualmente la zona non è più in funzione, l’ultima produzione risale infatti al 1960. Alcuni edifici sono stati infatti recentemente restaurati per permettere al visitatore di godere a pieno dell’esperienza.

Al complesso si accede tramite il famoso cancello di ghisa denominato Cancello Magonale. Si tratta di un elemento di grande rilievo che doveva fungere da simbolo della qualità della manifattura.

Esso fu infatti progettato dagli stessi architetti che progettarono la Chiesa di San Leopoldo. È interamente realizzato in ghisa e finemente decorato in stile neoclassico.
Indirizzo: Zona Ex Ilva – Follonica

All’interno del complesso troviamo la biblioteca comunale, la biblioteca della ghisa. Anticamente era il Forno quadrato, poi riconvertito in officina meccanica.

Orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 19.00
Informazioni: 0566 .59246
Prezzo:ingresso libero

Magma: Museo delle arti in ghisa della Maremma

museo-magma-follonica

Nel centro della Zona ex Ilva troverete il Magma: il Museo delle arti in ghisa della Maremma. Il museo ripercorre la storia della Follonica città fabbrica. All’interno della struttura, suddivisa su 3 piani, potrai seguire il percorso espositivo proposto dai curatori del museo. Ad ogni piano è infatti attribuito un aspetto della vita ai tempi dell’attività industriale.

Rispettivamente al primo piano troverete una sezione dedicata all’Arte manifatturiera e metallurgica. In questa sezione potrete ripercorrere i massimi livelli raggiunti dall’arte di Follonica. Al secondo piano troverai una sezione dedicata alla storia della città fabbrica.

Grazie ad una serie di documenti potrei rivivere il periodo storico. Al terso e ultimo piano troverai invece una sezione dedicata alla produzione della manifattura. Il percorso espositivo è studiato per far comprendere al meglio l’attività dello stabilimento e la storia della città fabbrica di Follonica e la sua importanza sul territorio.

Indirizzo:Area Ex-Ilva, 58022 Follonica
Orari:Dal 16 Settembre al 15 Giugno: Martedì – Domenica: 15:30 – 19:00
Dal 15 Giugno al 15 Settembre: Martedì – Domenica: 17:30 – 23:30
Informazioni:0566 59027
Prezzo:- Intero: 5.00 €
– Ridotto: 4.00 € (12-18 anni e studenti universitari, Over 65, Gruppi >15 e associazioni convenzionate)
– Scuole € 2.00
– Omaggio (under 12, Insegnanti con classi, Guide con gruppi, disabile con accompagnatore, Icom, Mibac, Edumuseicard)

Pinacoteca civica

Pinacoteca Follonica

La Pinacoteca di Follonica è un museo di arte contemporanea. Si articola su tre piani ed ospita diverse mostre permanenti oltre a numerose installazioni temporanee che cambiano durante l’anno. La pinacoteca è ospitata in un edificio che inizialmente era destinato alla casa del fascio.

Nel dopoguerra fu convertito in Casa del Popolo e destinato a luogo di ritrovo e aggregazione per la comunità locale. Il palazzo è in stile neoclassico con decorazioni in stampo Liberty. Si articola su due piani dove è possibile visitare le mostre che spaziano nelle diverse arti: scultura pittura e fotografia.

Negli anni sono state ospitate mostre di grande pregio come quella dedicata ai macchiaioli, o ad artisti di rilievo internazionale come Mirò, Dalì e Warhol.

Orari:Orario Invernale: dal 16 Settembre al 15 Giugno: martedì – domenica: 15:30 – 19-30; lunedì chiuso
Orario Estivo: dal 15 Giugno al 15 Dicembre: martedì – domenica: 17:30 – 20:00 / 21:00 – 23:30; lunedì chiuso
Informazioni: 0566.59243
Prezzo: L’ingresso è generalmente libero salvo mostre speciali.

Castello di valle

Castello di Valle Follonica

Il castello di Valle si trova su un collo poco fuori dalla città di Follonica. Si tratta di un antico castello costruito nel IX secolo su commissione dei vescovi della cittadina toscana di Lucca. Successivamente è passata dalle mani prima degli Aldobrandeschi, poi ai Pisani alla fine del Duecento.

Ai giorni nostri sono arrivati soltanto dei resti di quello che era il castello originario. Potrete ammirare ciò che rimane della torre e di alcune abitazioni sottostanti ricostruite sui resti originali.

Dal colle dove è situato il castello potrai ammirare una bellissima vista sui golfi del mare grossetano. Dal golfo di Follonica a quello di Piombino. Se sarai fortunato, nelle giornate più terse, potrai scorgere anche l’Isola d’Elba.

Indirizzo: Località Val dell’Aia
Orari:ingresso libero
Informazioni:0566 52012 Pro Loco Follonica
Prezzo:ingresso libero

La pievaccia

Pievaccia FollonicaI ruderi della Pievaccia sono un importante sito archeologico dell’area Follonichese. Si tratta di un antico complesso ecclesiastico di cui ormai rimangono soli alcuni ruderi della torre e di alcune parti del complesso fortificato. Ha origini medievali e si tratta del più antico edificio sacro sorto in questa zona. La pieve di Pastorale sembra essere infatti datata intorno al secolo VIII.

Oltre alla sue funzione religiosa, la Pievaccia aveva uno scopo di protezione del territorio. La torre infatti è situata sopra un colle che offre una visuale completa sul territorio circostante.

Attualmente la Pievaccia è inserita all’interno dei percorsi numero 8 e 9 del complesso di sentieri del Parco naturale di Montioni.

Indirizzo:Località Pievaccia, Follonica
Orari: Ingresso libero
Informazioni:0566 52012 Ploloco Follonica
Prezzo:Ingresso libero

Parco interprovinciale di Montioni

parco interprovinciale di Montioni Follonica

Il parco interprovinciale di Montioni si estende tra i comuni di Follonica, Campiglia Marittima, Massa Marittima, Piombino e Suvereto. Si tratta di un’area molto vasta che si estende per più di 6000 ettari. Il parco fonda le sue radici nel passato minerario della zona.

Si ricollega infatti alla produzione del carbone e la raccolta del legno che per molto tempo hanno alimentato gli altiforni dell’industria di Follonica. Presso le antiche cave di carbone venne fondato il piccolo insediamento di Montioni Nuovo, un piccolo villaggio minerario voluto dalla Principessa Elisa Bonaparte.

Orari: Ingresso libero
Informazioni:0565 226445
Prezzo:Ingresso libero

Parco nazionale delle colline metallifere Grossetane

parco delle colline metallifere FollonicaIl parco nazionale delle colline metallifere grossetane si estende per un vasto territorio che tocca i comuni di Follonica, Gavorrano, Massa Marittima e Scarlino. Si tratta di un’area multitematica all’interno della quale potrete trovare numerose attrattive di interesse storico e archeologico.

Potrai visitare numerosi resti archeologici di origine medioevale ed etrusca, il patrimonio architettonico di borghi e castelli e zone d’interesse naturalistico. Il geo parco è inserito nell’elenco dei parchi riconosciuti dall’UNESCO.

Ogni comune toccato dal parco ha la sua porta di accesso. Utilizzate quella di Follonica per accedere ad un percorso multi tematico che ripercorre il passato minerario della zona.

Indirizzo:Piazzale Livello 240 Pozzo Impero
Orari: Visite guidate su prenotazione
Informazioni: 0566 844247
Prezzo: su richiesta

Area archeologica dei Forni Fusori di Rondelli

Forni fusori Rondelli Follonica

Abbiamo già visto l’importanza del Golfo di Follonica nello scambio di materiali siderurgici con l’entroterra. La sua posizione strategica infatti permetteva di raggiungere facilmente le zone abitative di Populonia e Vetulonia.

L’area archeologica di Rondelli ne è un’altro esempio lampante. L’insediamento era diviso in due zone ben distinte ed è rappresentativo dell’importanza siderurgica di Follonica in epoca Etrusca. In una zona troviamo l’insediamento abitativo, mentre una una zona diversa troviamo i resti dell’area industriale.

Indirizzo: Via Roberto Rossellini, 2, 58022 Follonica
Orari: Accesso libero
Informazioni: 056659246
Prezzo: gratuito

Torre mozza

Torre mozza Follonica

La spiaggia di Torre Mozza è una delle più famose dell’area di Follonica. È particolarmente apprezzata, non solo per il suo bel mare, ma per la caratteristica torre che svetta sul litorale. La Torre mozzata ha origini datate intorno al 1500 e serviva come punto d’avvistamento per le incursioni dei marinai saraceni.

La spiaggia della Torre Mozza fa parte del Parco della Sterpaia ed è una zona protetta e selvaggia. Il litorale è abbastanza ampio anche se in estate potrebbe risultar anche parecchio affollata. Sulla spiaggia sono presenti sia zone libere che zone occupate da stabilimenti balneari.

Distante circa trenta metri dalla riva, in acqua, ci sono quelli che sembrano essere i resti della antica via Aurelia. Non sappiamo in realtà per certo quale sia la natura di questa scogliera che costeggia la riva per centinaia di metri.

Indirizzo: Spiaggia di torre mozza
Orari: Ingresso libero
Informazioni: 0566 52012 Proloco Follonica
Prezzo: ingresso libero

Riserva naturale delle Bandite di Follonica e necropoli di Poggio Tondo

Riserva delle Bandite Follonica

Il territorio della Riserva naturale delle Bandite di Follonica si estende per una superficie di quasi 9000 ettari. La riserva si estende a cavallo tra i comuni di Follonica, Gavorrano e Scarlino. Visitare la zona della riserva vale davvero la pensa per vivere un’esperienza di totale immersione nella natura. I percorsi da fare sono davvero tanti e abbracciano le necessità di tutti, dai camminatori più esperti ai più amatoriali.

In questo territorio anticamente si insediavano delle comunità rurali che trovavano riparo tra la fola macchia mediterranea caratteristica della zona. In questa zona potrete infatti trovare alcune testimonianze della presenza umana come la Necropoli di Poggio Tondo. Si tratta di uno dei più importanti siti archeologici della zona.

Indirizzo: Zona compresa tra il comune di Gavorrano, Follonica e Scarlino
Orari: Ingresso libero
Informazioni:0566 52012 Proloco Follonica
Prezzo:Ingresso libero

Cala violina

Cala Violina FollonicaCala Violina è una delle più belle spiagge della Maremma e si trova nel territorio di Follonica. È la meta perfetta per trascorrere una spiaggia dalla sabbia chiara e l’acqua turchese. La spiaggia si trova all’interno della Riserva Naturale delle Bandite di Scarlino.

A Cala Violina si accede attraverso un percorso pedonale che attraversa la pineta adiacente e sfocia sulla costa. Il percorso è lungo circo 1,5 km. Per percorrerlo occorreranno circa 30 minuti. Ti consiglio di partire con delle scarpe comode per percorrere la strada che porta a Cala Violina con maggiore facilità. La pineta è dotata di aree ristoro con tavolini e panche ideali per fare un pic nic o per riposarsi all’ombra dei pini secolari.

Indirizzo:  58020 Scarlino Follonica
Orari: Ingresso libero
Informazioni:0566 866288
Prezzo: Ingresso libero

La carbonifera

Carbonifera Follonica

La spiaggia della Carbonifera dista 5Km dal centro storico di Follonica. Prende il nome dalla torre che tutt’oggi domina la spiaggia. La torre è legata al passato minerario della città di Follonica. Questa infatti fungeva da punto di confine entro il quale terminava la ferrovia che serviva a trasportare il carbone dalle vicine miniere. Risale all’Ottocento ed è perfettamente conservata ancora oggi.

La spiaggia è formata dalle dune tipiche della zona del Parco della Sterpaia, al quale appartiene. La sabbia è fine e chiara e la macchia mediterranee lambisce i lati interni della costa. È facilmente raggiungibile e particolarmente adatta ai bambini, visto il fondale marino molto basso.

Orari:Ingresso libero
Informazioni:0566 52012 Proloco Follonica
Prezzo:Ingresso libero

Parco naturalistico delle Biancane

parco delle Biancane Follonica

Leggermente fuori dal centro città troverete numerose zone dall’importanza geotermica. Un’esempio è il Parco naturalistico delle Biancane. L’attività del sottosuolo in questa zona è molto forte ed è arrivata a cambiare notevolmente il paesaggio. Nel parco naturalistico potrete avere l’occasione di assistere a fenomeni geotermici unici come soffioni, putizze e fumarole. L’attività di questo zone fornisce il 25 % del fabbisogno energetico della Toscana.

Orari: ingresso libero
Informazioni:0566 917039
Prezzo: gratuito

Soffioni Boraciferi a Larderello

soffioni boraciferi Larderello FollonicaPoco fuori Follonica, nel piccolo comune di Larderello è presente una zona dove è possibile ammirare i famosi Soffioni, che danno il nome al parco dei Soffioni Boraciferi di Larderello. L’attività di questi soffioni era molto florida fino a che le recenti estrazioni minerarie hanno abbassato notevolmente la frequenza del fenomeno.

Vale la pena comunque visitare la zona per tentare la fortuna ed assistere a questo fenomeno geotermico spettacolare. Nella zona del parco è possibile visitare anche il museo della Geotermia, che offre percorsi guidati alla scoperta dell’attività del sottosuolo.

Indirizzo:Piazza Leopolda, 56044 Larderello
Orari:15 Settembre – 15 Marzo: Lunedì-Venerdì: 8:00 – 12.00; 13:30 – 16.30; Domenica: 9.00-12.00 e 13.30-17.30; Chiuso il Sabato e nei giorni festivi.
15 Marzo – 20 Settembre: Lunedì – Venerdì: 9:00-12.00 e 13.30-17.30; Sabato, Domenica e Festivi: 10:00 – 12.00 e 13.30-18.30. Chiuso il giorno di Pasqua.
Informazioni:0588 67724
Prezzo: ingresso gratuito

Mappa turistica della città di Follonica