Home » Europa » Italia » cosa vedere a sondrio

Cosa vedere a Sondrio: guida per visitare la provincia alpina

Sondrio si trova in Lombardia ed è la sua provincia più piccola. Ogni anno è molto visitata da chi ama l’aria aperta e le passeggiate in montagna, ma non vuole rinunciare ad un po’ di storia. Sondrio è la meta perfetta per chi desidera muoversi a piedi tra itinerari di montagna e il centro storico. La cittadina infatti si gira comodamente a piedi. Cosa vedere però dunque a Sondrio?

Il centro storico è formato da deliziose piccole strade che si intersecano fino ad arrivare ai piedi del famoso castello Mesagra che domina dall’altro la città.

Sondrio è il punto di partenza perfetto per chi vuole esplorare la zona della Valtellina. Da qui infatti partono numerosi percorsi di montagna, più o meno impegnativi, adatti ad ogni camminatore.

Tra le vie più note da fare a piedi o in bicicletta troviamo: il sentiero Valtellina, la via dei Terrazzamenti e il Parco delle Orobie Valtellinesi.

Sondrio è bella in ogni stagione. Sceglietela in estate se volete passeggiare nella zona godendo di un po’ di tranquillità e refrigerio; oppure visitatela in inverno, Sondrio sotto la neve ha un fascino del tutto diverso. A voi la scelta!

In questo articolo vedremo insieme cosa vedere a Sondrio. Vi darò i tutti i consigli per godersi un po’ di relax nella cittadine Valtellinese, godendo di tutte le meraviglie della zona.

Per maggiori informazioni potete rivolgervi all’ info point della città di Sondrio che troverete al seguente indirizzo:

SONDRIO
Via Tonale, 13
Tel. +39 0342 219246
E-mail: [email protected]

Cosa vedere a Sondrio: i più belli e importanti luoghi d’interesse

Sondrio è un gioiellino incastonato tra le montagne della Valtellina. Si trova in una valle ed è circondata da un lato dalle maestose Alpi e dall’altra dai terrazzamenti delle famose vigne della zona.

Nei seguenti paragrafi vedremo nel dettaglio tutto ciò che c’è da sapere per visitare la gemma della Valtellina senza perdersi nulla.


Castello Masegra

castello masegra sondrio

Situato su uno spuntone di roccia, il Castello Masegra domina la cittadina di Sondrio. È l’unica fortezza della zona sopravvissuta fino ad oggi ed ha origini medioevali.

Per la sua posizione fu inizialmente utilizzato come roccaforte e punto di avvistamento, per poi essere convertito successivamente in residenza da parte della potente famiglia Salis.

Oggi ospita il museo storico Castello Masegra dove possiamo trovare un percorso informativo alla scoperta della storia della città sotto la dominazione dei Grigioni sulla Valtellina attraverso tre secoli.

Come arrivare: percorso a piedi di 15 minuti da Piazza Garibaldi
Orari: da maggio a settembre: sabato-domenica 9:00-12.30 e 15:00-18:00
Costo biglietto: Gratuito

Palazzo Pretorio

palazzo pretorio sondrio

Il Palazzo Pretorio è uno storico palazzo della città di Sondrio di origini Cinquecentesche.

La fisionomia del Palazzo si è evoluta di pari passo con la storia della città. Antica sede del Governo, è poi stata riconvertita in epoca più moderna in residenza del governatore Grigioni e successivamente ancora, durante l’Unità d’Italia, sede della Municipalità.

L’aspetto che possiamo vedere oggi è dovuto ad una massiccia ristrutturazione, relativamente recente, ad opera dell’ingegnere Antonio Guissani.

All’interno del palazzo possiamo ammirare affreschi di grande pregio e l’elegante giardino. Al primo piano del piano del Palazzo Pretorio è ospitata la rinascimentale Stüa Rigamonti.

Come arrivare: Due minuti a piedi da Piazza Garibaldi
Orari: Da lunedì a sabato 8:00-19.30; domenica e festivi 9:00-19.30
Costo biglietto: Gratuito

Stüa Rigamonti

stua rigamonti sondrio

La Stüa Rigamonti si trova all’interno del Palazzo Pretorio di Sondrio.

La Stüa rappresenta l’antica abitazione tradizionale. È interamente ricoperta in legno e rappresentava il cuore delle abitazioni sia povere che nobiliari. La Stüa Rigamonti prende il nome dalla sua ultima famiglia proprietaria e è datata intorno al Cinquecento. Le Stüe erano considerate beni mobili e venivano smontate e rimontate in luoghi diversi.

Nel 1954 fu acquistata dal Comune e posizionata nell’ufficio del Sindaco di Sondrio. Conserva quasi in tutto le caratteristiche originali dell’opera realizzata da una bottega ignota. Di particolare pregio sono i soffitti che presentano gli intarsi con stemmi e decorazioni floreali.

Come arrivare: Due minuti a piedi da Piazza Garibaldi
Orari: tutti i giorni 9:00-12:00 \ 14:30-16:30
Costo biglietto: Gratuito

MVSA: Museo valtellinese di storia e arte

mvsa sondrio

Il Museo valtellinese di storia e arte si trova nel centro di Sondrio nel Palazzo Sassi de’ Lavizzari. Il palazzo fu costruito nel Cinquecento e fu donato dai proprietari al Comune.

Ai primi due piani del museo troviamo una selezione di opere di autori originari della Valtellina. Tra le proposte possiamo trovare una sezione archeologica, una collezione numismatica e una sezione dedicata al costume tipico Settecentesco della zona.

Al terzo piano invece sono ospitate le mostre temporanee.

Come arrivare: 5 minuti a piedi da piazza Garibaldi
Orari: da martedì a domenica 10:00-12:00\15:00-18:00; festivi 15:00-18:00
Costo biglietto: Intero 7€; Ridotto 5€

Piazza Quadrivio

piazza quadrivio sondrio

Piazza Quadrivio prende il nome dalla sua funzione originaria di Carravium, ovvero del passaggio e della sosta dei carri.

La piazza fungeva da snodo tra la due zone ben distinte della città. La zona dei Palazzi e la zona più contadina. Al centro della Piazza troviamo la famosa fontana formata da una vasca monolitica circolare che fu costruita nel 1820.

Su di un lato della piazza si affaccia il celebre Palazzo Sertoli, all’interno del quale possiamo trovare la celebre “Sala dei Balli“.

Come arrivare: 4 minuti a piedi da piazza Garibaldi
Orari: sempre aperto
Costo biglietto: ingresso libero

Palazzo Sertoli

palazzo sertoli sondrio

Nella graziosa piazza Quadrivio si affacciano alcuni tra i più belli palazzi nobiliari della città di Sondrio. Uno di questi è il Palazzo Sertoli.

Il palazzo in stile barocco fu restaurato nel Settecento grazie all’opera dell’architetto Pietro Solari di Bolvedro. Attualmente il palazzo è sede di un istituto di credito. La sua attrattiva principale è il noto salone dei balli: un enorme salone in stile Rococò decorato da opere di grande pregio come affreschi e stucchi raffiguranti suggestive figure e trompe-l’oeil .

Come arrivare: 4 minuti a piedi da Piazza Garibaldi
Orari: Visite su richiesta
Costo biglietto:Info su richiesta

Via Scarpatetti

via scarpatetti sondrio

La via Scarpatetti è la via principale dell’antico borgo contadino di Sondrio. In questa strada tutto è rimasto pressoché intatto e si possono ammirare le case dell’epoca con i ballatoi di legno ancora in uso. È una strada ricca di fascino dove si respira l’atmosfera di un’epoca lontana. I supporti per le lampade ad olio e gli “involt” di pietra sono ancora nella loro postazione originale e il tempo sembra essersi fermato.

Percorri questo quartiere fino ad arrivare al castello Masegra. Lungo la strada potrai ammirare tre diverse cappelle dedicate alla Vergine Maria.

Come arrivare: 8 minuti a piedi da piazza Giuseppe Garibaldi passando per via Maurizio Quadrio
Orari: sempre aperto
Costo biglietto: Gratuito

La Collegiata dei Santi Gervasio e Protasio

collegiata dei santi gervasio e protasio sondrio

Nella piazza centrale di Sondrio si concentrano le maggiori attività commerciali e religiose. Piazza Campello ospita infatti la Collegiata di San Gervasio e Protasio, patroni della città.

L’edificio religioso ha origini medioevali ma è stato rimaneggiato fino alla totale cancellazione della struttura originale.

All’interno della chiesa possiamo ammirare opere pittoriche dei maestri Pietro Ligari, Antonio Caimi e Giovanni Gavazzeni.

La struttura che ne risulta, di conseguenza alla numerose modifiche apportate all’edificio, è quindi piuttosto disomogenea e fa capo a stili diversi. Anche la torre adiacente alla chiesa è frutto di un progetto realizzato a più mani e a più riprese.

Come arrivare: due minuti a piedi da Piazza Garibaldi
Orari: Sempre accessibile nel rispetto delle funzioni
Costo biglietto:Gratuito

Museo dei Minerali della Valtellina e Valchiavenna

museo dei minerali della valtellina e valchiavenna sondrio

Il museo dei minerali della Valtellina e Valchiavenna custodisce la più grande collezione di minerali della zona alpina.

La vasta collezione è sicuramente di grande interesse per gli appassionati della materia, studenti o appassionati di geologia, ma può destare grande stupore anche nei turisti in visita nella città.

Attualmente la collezione ospita più di 500 pezzi di grande valore didattico e scientifico.

Come arrivare: 4 minuti a piedi da Piazza Garibaldi
Orari: Lunedì, mercoledì e venerdì: 9:00-12:00; Martedì e venerdì: 9.00-12.00 / 14.30-16.00
Prezzo biglietto:Gratuito

Madonna della Sassella

madonna della sassella sondrio

Arroccato su uno spuntone di roccia alle porte di Sondrio c’è il santuario della Madonna della Sassella.

La rocca si raggiunge attraverso un bellissimo percorso a piedi che costeggia i terrazzamenti di vigneto tipici della zona.

La chiesa risale al XV secolo ed è composta da una navata unica e un porticato aggiunto in periodo antecedente alla costruzione.

All’interno dell’edificio vale la pena soffermarsi sugli affreschi di Andrea de Passeris che ricoprono le pareti.

Sopra la porta principale invece possiamo ammirare una lunetta in marmo che raffigura la natività.

Come arrivare: 9 minuti di auto dal centro percorrendo la Strada statale dello Stelvio
Orari Domenica: 9:00-12:00 \ 15:00-18:00
Costo biglietto: Gratuito

Piazza Garibaldi

piazza garibaldi sondrio

Piazza Garibaldi è il fulcro della città di Sondrio. Fu realizzata dagli Asburgo per rappresentare la porta di accesso alla città.

Deve attualmente il suo nome al monumento che si trova al centro della piazza. Il monumento di bronzo di Garibaldi, realizzato dallo scultore Confalonieri nel 1909.

Sui lati della piazza si affacciano numerosi palazzi storici. Tra i più rilevanti ci sono Il Palazzo Martinengo e il Teatro Sociale.

Come arrivare: 6 minuti a piedi dalla stazione centrale
Orari: sempre aperto
Prezzo biglietto:Gratuito

Palazzo Martinengo

palazzo martinengo sondrio

Palazzo Martinengo deve il suo nome al conte di Brescia Ulisse Martinengo che ne ha previsto la prima di una lunga serie di ristrutturazioni.

L’aspetto che il palazzo ha adesso è tipicamente ottocentesco ed è dovuto ad un’altra ristrutturazione avvenuta in seguito ad un’alluvione avvenuta nel 1834.

Attualmente è sede degli uffici comunali e al piano terreno ospita il Museo dei minerali della Valtellina.

Come arrivare: 4 minuti a piedi da Piazza Garibaldi
Orari: visite su prenotazione
Prezzi: Info su richiesta

Villa Quadrio

villa quadrio sondrio

Villa Quadrio fu costruita nel 1914 per opera dello scrittore Emilio Quadrio.

L’edificio fu progettato dall’architetto Zacchi seguendo l’esempio della villa della Farnesina di Roma. Lo stile è quello tipicamente rinascimentale, unito ad influenze liberty.

All’interno dell’edificio troviamo una vecchia Stüa e il salone dei concerti.

Attualmente la villa ospita una biblioteca.

Come arrivare: 8 minuti a piedi da piazza Garibaldi
Orari lunedì 14:00-19:00; dal martedì al venerdì 10:00-12:00 \ 14:00-18:00; sabato 9:00-12:00.
Costo biglietto: Gratuito

Castello Mancapane

castello mancapane sondrio

Poco fuori dalla città di Sondio, arroccato a circa 900 metri di altezza si trovano i resti del Castello Mancapane.

Si tratta della maggiore area di costruzione medioevale della zona della Valtellina.

Oggi possiamo avere un’idea ben chiara di come fosse il castello in origine. La struttura è composta da una torre e da una zona fortificata. Sembra che il castello servisse sia come punto di avvistamento ma anche come roccaforte da difesa.

Come arrivare:15 minuti di auto dal centro percorrendo la Via Panoramica
Orari: sempre aperto
Costo biglietto:Gratuito

Castello Grumello

castello grumello sondrio

A pochi chilometri da Sondrio, su uno spuntone di roccia che domina i vigneti si trova il Castello Grumello.

La costruzione risale al XVIII secolo per opera di Corrado de Piro.

Il castello si compone di due parti distinte: una parte dedicata alle attività militari e una zona residenziale. Le due parti sono contenute all’interno delle mura. Questa speciale conformazione è detta gemino ed unica nella zona.

Come arrivare:10 minuti in auto dal centro direzione Montagna in Valtellina –
Orari da marzo a settembre: tutti i giorni 10:00 – 18:00; da ottobre a gennaio: tutti i giorni 10:00 – 17:00.
Costo biglietto: Gratuito

Mappa turistica di Sondrio