Home » Marketing Turistico » Analisi SWOT per il turismo

Analisi S.W.O.T per il turismo

In un altro articolo ti ho parlato dell’analisi S.W.O.T. per una struttura ricettiva e di quanto essa sia fondamentale per la crescita di una struttura ricettiva.

Allo stesso modo, se si vogliono attrarre turisti a una determinata località, sarà necessario pianificare attentamente una strategia di marketing per il turismo.

Parlami della tua attività turistica. Posso creare o posso aiutarti a creare la tua strategia di online marketing.

Ogni località turistica è unica, si distingue per vari fattori interni e interagisce con un contesto esterno dinamico e in continuo mutamento. Per questo motivo non è possibile pensare che una strategia di marketing che ha funzionato per un luogo possa funzionare allo stesso modo per un altro.

Se vogliamo pianificare una strategia di marketing turistico su misura per la nostra località dovremo in primo luogo iniziare dalla matrice SWOT.

L’analisi SWOT è infatti uno strumento di pianificazione strategica utilizzato per valutare i diversi fenomeni che riguardano un territorio e che allo stesso tempo possono influenzare il flusso turistico.

Essa viene effettuata considerando fattori endogeni, quindi elementi che sono parte integrante della realtà presa in considerazione sui quali è possibile intervenire, e fattori esogeni, cioè elementi esterni che possono influenzare il turismo in una località.

Cosa significa SWOT?

Questa analisi deve il suo nome ai vari fattori che la compongono. Infatti SWOT è un acronimo che sta per: Strenght, Weakness, Opportunities e Threats.

La matrice viene quindi basata su un’analisi di fattori interni ed esterni alla località, cioè i punti di forza, le debolezze, le opportunità e le minacce con cui una realtà imprenditoriale si ritrova a convivere in un determinato momento.

Che cos’è l’analisi SWOT per il turismo?

L’analisi SWOT per il turismo di una determinata località costituisce la premessa a una successiva elaborazione di un piano di sviluppo turistico di un determinato territorio.

Ha lo scopo di elaborare una strategia volta a promuovere e sviluppare il turismo prendendo in considerazione i fattori interni ed esterni ad una realtà.

Questo passaggio è estremamente importante in quanto riguarda un determinato lasso di tempo, aiutando a definire strategie di medio e lungo periodo.

Possiamo riassumere dicendo che la matrice SWOT per il turismo ti aiuta a individuare le peculiarità di una destinazione ed elaborare un piano d’azione basato su di esse.

Come si fa l’ analisi SWOT per il settore turistico?

Al fine di elaborare un’analisi dettagliata e approfondita dei molteplici aspetti che caratterizzano un determinato territorio, è necessario osservare alcuni elementi.

Ecco alcuni dati che dovresti raccogliere prima di elaborare la tua matrice SWOT:

  • Descrizione e Valutazione dell’intero Patrimonio Culturale Locale;
  • Valutazione e analisi degli Eventi;
  • Mappatura e analisi delle infrastrutture turistiche, non solo strutture ricettive ma anche cinema, teatri, luoghi di svago, ecc.;
  • Descrizione e analisi dei servizi turistici presenti nel territorio;
  • Analisi dei flussi turistici prendendo in considerazione fattori come provenienza dei turisti, stagionalità, permanenza media, tipologia di turismo;
  • Comparazione flussi turistici con dati provinciali, regionali e nazionali
  • Dati economici riguardanti il territorio, ad esempio PIL, costo della vita medio, ecc.

Per aiutarti ad elaborare l’analisi SWOT per il turismo potrebbe esserti d’aiuto fare ricorso ad una serie di domande, le cui risposte andranno trovate nei dati precedentemente raccolti.

Ecco alcune domande che potranno aiutarti a comporre la matrice SWOT per la tua località turistica:

  • Sono presenti uno o più luoghi d’interesse turistico rilevanti?
  • La località si distingue per una tradizione culturale o artistica particolare, riconosciuta a livello internazionale?
  • Il territorio si distingue per delle peculiarità naturali (es. parchi e riserve)?
  • Qual è lo stato del patrimonio culturale e naturale? Come viene tutelato e preservato?
  • Quali sono gli eventi in grado di attirare persone da fuori?
  • Qual è l’attuale strategia di comunicazione e promozione dell’offerta turistica?
  • Che tipologie di turista attrae più comunemente la località?
  • Rispetto a altre mete simili, qual è il rapporto qualità – prezzo della località?

Partendo da queste domande possiamo iniziare a compilare le quattro sezioni che compongo l’analisi SWOT.

Punti di forza

I punti di forza possono essere ritrovati negli aspetti socioculturali che contribuiscono a rendere unica una località turistica. Questi, ad esempio, possono essere:

  • Ricchezza dell’offerta artistico-culturale;
  • Enogastronomia locale rinomata;
  • Ospitalità e cordialità della popolazione locale;
  • Lingua facilmente comprensibile dal target (es. famiglia italiana).

Altri aspetti che possono costituire un punto di forza di una meta turistica possono essere fattori riguardanti l’economia locale, ad esempio un basso costo della vita (soprattutto se si pensa in rapporto ai costi elevati delle principali città turistiche italiane), ma anche un clima mite e piacevole durante tutto l’arco dell’anno.

Punti di debolezza

I punti di debolezza sono rappresentati da fattori interni che possono avere un’impatto negativo sulla strategia. Ad esempio, possono essere rappresentati ad esempio da:

  • Scarsità o arretratezza dei servizi turistici a livello locale;
  • Mancanza di un aeroporto;
  • Inefficienza dei collegamenti con il resto del Paese;
  • Assenza di un’identità turistica locale.

Opportunità

Tutti i fattori esterni che possono influire positivamente sullo sviluppo di una strategia per il turismo di una località sono da considerarsi un’opportunità. Ecco alcuni esempi:

  • Promozione del territorio attraverso l’APT locale;
  • Pubblicità sfruttando i nuovi mezzi di comunicazione;
  • Nuovi progetti locali che possano attrarre nuovi flussi turistico;
  • Partnership con località turistiche vicine, ad esempio per lanciare dei pacchetti promozionali.

Minacce

Come le opportunità, le minacce sono dei fattori provenienti dall’esterno, ma a loro differenza possono avere un impatto estremamente negativo sul tuo piano d’azione.

È necessario individuare ogni probabile minaccia per poter elaborare una strategia adatta ad aggirarle.

Una minaccia potrebbe essere rappresentata da un repentino cambiamento nelle tendenze e comportamenti dei turisti, oppure dall’affermazione e popolarizazione di nuove mete turistiche che vengono quindi percepite come concorrenti.

Le minacce possono anche provenire da fattori esterni al settore turistico: ad esempio un governo instabile o un regime autoritario è una da considerarsi minaccia per una destinazione turistica. Oppure ancora, come ben saprai, anche il sistema fiscale può costituire un ostacolo allo sviluppo di un’attività.

Esempio Analisi SWOT per il Turismo

Riuscire a individuare i vari fattori interni ed esterni che andranno a comporre la matrice SWOT per il turismo nella tua località ti è sembrato facile?

Ora viene il bello: elaborare una strategia che sia in grado di integrare tra loro i dati emersi durante l’analisi.

Per aiutarti durante questa fase ho pensato di fornirti un esempio pratico di Analisi SWOT per il Turismo di un Borgo Toscano.

A seguito di un’attenta analisi dei dati relativi alla Borgo è stata elaborata la seguente matrice SWOT (vedi immagine):

Sulla base dell’analisi precedente è stato elaborato un piano di azione locale comprendente proposte di breve e medio periodo.

Proposte di breve periodo:

  • Effettuare una promozione migliore dei principali eventi : Teatro di Verzura, Mostra Mercato Azalea, Halloween ecc.;
  • Coinvolgere maggiormente i giovani nell’organizzazione degli eventi al fine di creare una maggiore coesione sociale e culturale importante per migliorare la qualità della vita;
  • Valorizzare il patrimonio artistico e culturale di tutto il territorio comunale , con iniziative legate all’arte ed alla storia locale;
  • Maggiore coordinamento tra le numerose associazioni locali;
  • Fare sistema con le associazioni locali e gli operatori del settore;
  • Sviluppare e consolidare il ruolo dell’OTD e coinvolgere sempre più attivamente gli Stakeholders partecipanti ai lavori;
  • Approfondire l’analisi della domanda turistica e delle connesse motivazioni;

Proposte di medio periodo:

  • Mettere le basi per la realizzazione di un sistema museale: costituito dal museo civico, dal museo della memoria e dalle fortificazioni della Linea Gotica e dal museo dei ponti Ponte del Diavolo e Ponte delle Catene;
  • Progettare concretamente la realizzazione della Strada Del Fiore legata all’azalea fiore tipico di Borgo a Mozzano;
  • Progettare un piano di sviluppo dei principali siti turistici;
  • Sviluppo concreto del Centro Commerciale Naturale in tutto il territorio comunale e istituzione di nuovi mercati;
  • Sviluppare gemellaggi con altre città e con altri paesi legati al Ponte del Diavolo.

Come Pianificare una strategia di marketing per settore turistico?

Come risulta chiaro dall’esempio di analisi SWOT per il turismo appena riportato, la promozione di una località turistica deve essere un progetto capace di coinvolgere i diversi soggetti che la caratterizzano, facendoli dialogare e integrare tra loro per il perseguimento di uno scopo comune: l’aumento dell’afflusso turistico.

La matrice SWOT rappresenta quindi il punto di partenza per la pianificazione di una strategia che ha come scopo lo sviluppo e la promozione di una determinata località turistica.

Una volta individuate le azioni da compiere al fine di sfruttare i punti di forza, eliminare le debolezze, cogliere le opportunità e limitare le minacce, in che modo possiamo metterle in atto?

Alcuni punti dovranno essere sviluppati dagli enti territoriali, ad esempio i giovani possono essere coinvolti dalle associazioni locali.

Per quanto riguarda invece la promozione e la popolarizzazione a livello turistico di una località il web marketing è uno strumento che al giorno d’oggi non può di certo mancare nella tua strategia.

Nella parte restante di questo articolo ti illustrerò brevemente alcune tra le più comuni strategie di web marketing per le destinazioni turistiche.

Storytelling Esperienziale

I turisti di oggi sono alla ricerca di nuove esperienze, andare in vacanza non significa solamente lasciarsi alle spalle lo stress della vita quotidiana, significa anche provare cose nuove e arricchire il proprio bagaglio personale.

Le tecniche di Storytelling fanno leva proprio su questo sentimento di continua ricerca di nuove avventure, storie da raccontare e condividere con i propri amici e familiari.

In parole semplici, chi sta cercando la prossima meta per una vacanza, prima di scegliere vuole sapere esattamente cosa potrà fare e vivere in quel luogo.

Condividi quindi storie del luogo, degli abitanti, dei turisti che hanno già visitato la località e qualunque altra storia ti sembri interessante!

Content Marketing

Immagini e video sono al primo posto quando si tratta di attirare l’attenzione degli utenti e mostrare le meraviglie di una meta turistica, tuttavia non sono i soli contenuti di cui puoi servirti.

Potresti ad esempio basare la tua strategia di web marketing per il territorio sulla distribuzione di una serie di e-book contenenti consigli dedicati ai viaggiatori.

Oppure potresti scegliere di fare content marketing nella sua forma più classica e aprire un sito web o un blog dedicato alla tua località turistica , all’interno del quale potrai mettere in pratica le tecniche di storytelling di cui abbiamo parlato poco fa!

Social Media Marketing

La presenza sui Social Media è un fattore determinante al giorno d’oggi: se non sei sui social non esisti, o esisti solo a metà.

Per una località turistica è quindi determinante il fatto di sapersi promuovere sui Social Media e dialogare con i turisti.

Avendo già discusso dell’importanza del Social Media Marketing per il Turismo in altri articoli, non voglio dilungarmi troppo e mi limiterò a elencarti alcuni motivi per cui essere social contribuirà ad attrarre turisti alla tua località:

  • Migliore gestione della reputazione della località tra i viaggiatori;
  • Dialogo attivo e diretto con i turisti e un conseguente miglioramento delle relazioni;
  • Valorizzazione del territorio;
  • Maggiore interazione con i viaggiatori e collaborazione tra i vari enti locali.

Dall’analisi SWOT della destinazione alla pianificazione di una strategia

Ora che conosci le basi essenziali per pianificare la promozione della tua località turistica non ti resta che metterti al lavoro!

So per esperienza che fare un’analisi S.W.O.T. di una destinazione turistica è più facile a dirsi che a farsi, per non parlare della strategia di promozione vera e propria.

È più che comprensibile che tu abbia qualche dubbio da risolvere prima di metterti al lavoro. Se vuoi risolverete i tuoi dubbi o sei alla ricerca di una consulenza di marketing turistico non esitare a contattarmi!