Home » Europa » Italia » Guide turistiche della regione Sicilia » Cosa mangiare a Favignana

Cosa mangiare a Favignana: deliziati con le ricette tipiche di questa splendida isola!

La Sicilia è nota in tutto il mondo per le sue prelibatezze gastronomiche, e Favignana certo non fa eccezione! Quando si arriva sull’isola ci si accorge subito che siamo in una terra dalla importantissima tradizione gastronomica

Come succede in tutta la regione, i prodotti locali sono infatti parte di un patrimonio tradizionale di cui il popolo di Favignana non può che andare fiero.

I primi tipici, i secondi a base di pesce, i contorni succulenti e i dessert degni della miglior pasticceria… tutto a Favignana fa venire fame!

Ecco quindi perché voglio parlarti oggi della cucina dell’isola, lasciando da parte, per il breve spazio d’un articolo, i suoi favolosi monumenti e le sue splendide attrattive naturali.

Qualsiasi sia la zona dove pernottate, i ristoranti dove gustare deliziose prelibatezza non mancheranno di certo!

Sei pronto? Hai già l’acquolina in bocca? Bene, rompiamo gli indugi e andiamo a cominciare questo nutriente tour gastronomico!


I 5 piatti che devi assolutamente mangiare a Favignana

Oltre alle moltissime attrattive culturali ed artistiche, Favignana può vantare una notevole tradizione gastronomica!

Scopriamo subito insieme i cinque piatti che devi per forza assaggiare durante la tua vacanza a Favignana!


Le busiate

La busiata è un tipo di pasta tipica della provincia di Trapani.

Per assumere la forma a spirale che la rende celebre nel mondo, viene arrotolata attorno ad un bastoncino di legno, detto per l’appunto buso.

Ottime sia col pesto alla trapanese che con il pesce, le busiate sono una ghiottoneria che dovrai imprescindibilmente assaggiare!

Il pesto alla trapanese è una variante del classico e prelibato pesto genovese, che prevede, oltre al basilico, i pomodori freschi, l’aglio e le mandorle.

Nel caso in cui tu voglia provare le busiate in versione pesce, ti suggerisco caldamente di optare per il pesce spada, la ricciola o la sarda condita con un poco di finocchietto!

Ti stai già leccando i baffi?

Be’… aspetta di leggere il resto del menù!

Costo: il piatto costa come un primo un poco elaborato e si aggira attorno ai 15 euro.
Ingredienti: busiate e salsa a piacere, principalmente a base pesce ma non solo. Libera la tua fantasia e prsonalizza il tuo sugo!
Dove provarlo: nei migliori ristoranti di Favignana, tra cui il SottoSale e il Quarto di Luna.

Polpette di tonno

Poteva mancare, a Favignana, un piatto che avesse per protagonista il tonno?

Certo che no… ed ecco a voi le polpette di tonno!Di origini povere, questa ricetta ha alle spalle una vicenda degna di un racconto di Verga!

Gli operai dell’ex Stabilimento Florio, storica industria di lavorazione del tonno dell’isola, venivano infatti pagati in denaro e… scarti di tonno!

Le massaie isolane s’inventarono letteralmente questa ricetta, utilizzando nella maniera migliore gli scarti ottenuti dai mariti e regalando al mondo un buonissimo e proteico secondo!

Alla carne del tonno andavano aggiungendo mollica di pane per creare un impasto di maggior consistenza. Sale, pepe, aglio, prezzemolo, basilico e uovo battuto andavano infine a condire la mista, offrendole un sapore inimitabile!

Ti è venuta almeno un po’ di fame? bene, procediamo pure!

Costo: hanno un costo che varia dai 10 ai 15 euro, a seconda del ristorante che si sceglie
Ingredienti: sale, tonno, pepe, aglio, basilico, uovo battuto, prezzemolo e un filo d’olio
Dove provarlo: nei ristoranti dell’isola, ma anche in pizzerie e street food

Cous cous

Il couscous è un esempio macroscopico di ibridazione gastronomica, e risale al periodo della domsaleinazione araba dell’isola.

Potete star sicuri di trovarlo sul menù d’ogni ristorante di Favignana, per via della sua lunga tradizione.

Il segreto di un cous cous eccezionale sta nell’utilizzo di “strumenti” tipici come la mafararda (recipiente in coccio) e la cuscusera (una pentola forata di coccio in cui va a cuocersi la semola).

La tecnica con cui si lavora la semola prima di cuocerla, nota come tecnica dell’incocciata, consiste nello scomposizione della semola in piccoli grumi rotondi. La tradizione suggerisce di svolgere a mano questo lavoro, se si desidera addivenire a risultati ottimali.

Per accompagnare il cous cous a Favignana si consiglia il brodo o sugo di pesce, ma potete richiedere anche la variante con la carne di vitello o maiale.

Se siete vegetariani o amate smodatamente la verdura, provate la versione meat-free di questo eccezionale specialità!

Costo: varia a seconda del condimento, ma in media costa come un primo, e cioè tra i 10 e i 20 euro.
Ingredienti: cous cous e condimento a piacere tra cui carne, pesce e verdure lesse
Dove provarlo: nei ristoranti della città… ti consiglio l’irresistibile e celebrato cous cous dell’Osteria Da Papù!

Le frascatole

Per la sua particolare preparazione è anche chiamato cous cous sbagliato.

Le frascatole si ottengono infatti dalla semola come il cous cous, ma nel loro caso questa è volutamente lavorata meno, lasciata più grossolana.

La tradizione fa risalire questo piatto al periodo della dominazione francese, quando i palermitani più poveri raccoglievano gli scarti di cous cous mal lavorato per condirlo con verdure economiche.

Il termine frascatole viene dal francese flasque, letteralmente “morbido”. Oggi viene preparato lavorando la semola in maniera più grezza e condito sì con sugo di verdure, ma anche con zuppa d’aragosta, di pesce o vera e propria carne di pollo o maiale.

Costo: come il cous cous, dai 10 ai 20 euro.
Ingredienti: gli stessi del cous cous, varia solo la lavorazione della semola
Dove provarlo: nei migliori ristoranti di Favignana!

Le cassatelle

Le cassatelle non sono una versione particolare della tradizionale cassata sicula!

Lo stavi pensando, vero?

Le cassatelle sono invece un tipico dolce siculo dalla forma a mezzaluna, molto simili a un raviolo.

Vengono perlopiù mangiate nel periodo pasquale, anche se è possibile trovarle tutto l’anno!

Il dolce ha una base di pasta del tutto simile a una frolla, e un tenero e dolce cuore di crema alla ricotta, impreziosita con scaglie di cioccolato fondente o al latte!

Gnam!

Costo: dai 3 ai 5 euro
Ingredienti: frolla, crema alla ricotta, scaglie di cioccolato
Dove provarlo: in tutte le pasticcerie di Favignana, tra cui la tradizionale Ciuri Ciuri!

Cosa mangiare a Favignana: quali sono i primi da assaggiare?

La cucina tipica dell’isola di Favignana è ricca di primi piatti saporiti e nutrienti. Abbiamo già parlato delle busiate tra i 5 piatti tipici da non perdere assolutamente!

Vediamo ora altri due primi che rappresentano l’isola nella gastronomia dello stivale.

Pasta con sughetto ciliegino

Vorrei cominciare dalla pasta con sughetto ciliegino, un eccezionale primo piatto tipico dell’isola di Favignana. Questa specialità merita davvero una menzione d’onore.

Gustosa e veloce da preparare, la pasta al sugo ciliegino è un primo piatto buono ma soprattutto nutriente.

Nel sugo che la condisce troviamo infatti ingredienti come tonno, olive, capperi e basilico.

Puoi scegliere il tipo di pasta che preferisci per preparare questa succulentissima ricetta… il suo segreto sta infatti nel sugo!

Ti consiglio di abbinare al piatto un Alkè Insolia, vino dal sapore secco ed armonico, ideale per questo saporitissmo piatto.

Costo: dai 10 ai 15 euro
Ingredienti: pasta, olive, capperi, basilico, tonno, ovviamente il sugo e un filo d’olio. Parmigiano o pecorino a scelta (anche se sul pesce non si dovrebbe!).
Dove provarlo: in tutti i ristoranti di Favignana, ma anche in alcune pizzerie

Pennette alla Favignana

Ma procediamo… il secondo primo di cui voglio parlarti sono le squisite pennette alla Favignana!

Il sugo che si usa per condirle non differisce molto da quello appena presentato, ma ha un ingrediente segreto in aggiunta… le mandorle!

Inoltre il tonno può in questa particolare ricetta essere sostituito dalle acciughe, per dare al tuo piatto un sapore indubitatamente più deciso!

Costo: dai 10 ai 15 euro
Ingredienti: pasta, basilico, tonno, olive, capperi, mandorle, sugo e un filo d’olio. Parmigiano o pecorino a scelta.
Dove provarlo: ristoranti e pizzerie del paese potranno deliziarti con questa tipica ricetta favignanese!

Cosa mangiare a Favignana: secondi e contorni da non perdere

A un piatto di pasta fumante preferisci una bella bistecca o un manicaretto a base di pesce?

Bene, voglio rincuorarti… a Favignana l’eccellenza gastronomica non pensa solo agli amanti dei primi! Voglio presentarti due secondi piatti che ti faranno letteralmente perdere la testa!

Purpetti di nunnata

I purpetti di nunnata, letteralmente “frittelle di neonato”, sono un delizioso piatto che potrai gustare in ogni ristorantino od osteriola di Favignana.

Con neonato si fa riferimento novellame di pesce. Saporite e sfiziose, queste frittelle a base di pesce vengono servite con alghe di mare e verdure bollite. Ma se sei goloso non temere, potrai richiedere in alternativa una porzione maxi di patate fritte come contorno!

I purpetti di nunnata possono essere di tipi diversi, ma il grande classico sono quelli di uvari o sarde.

Costo: varia a seconda del locale. In un ristorante il piatto ha il costo di un normale secondo, mentre se comprate le polpette take away (da uno dei tanti Stret Food di Favignana), risparmierete un po’…
Ingredienti: novellame di pesce, uovo sbattuto e sapori
Dove provarlo: nei ristoranti e pizzerie, ma anche Stret food

Tartare di tonno

Il secondo piatto che vado a presentarti è la leggendaria tartare di tonno condito!

Perfetta come antipasto ma sopratutto come secondo, la tartare è uno dei piatti più

La tartare di tonno è un piatto che non ha davvero bisogno di presentazioni. Equilibrato e delicato è la versione da salotto del sushi! E pensa che richiede solo tre ingredienti: filetti di tonno rosso, olio extravergine di oliva!

Be’, buon appetito!

Costo: la tartare è un piatto “nobile”, e per questo più caro di un normale secondo. Dipende però anche se è in formato antipasto o secondo!
Ingredienti: tonno crudo e verdure o altri ingredienti a scelta
Dove provarlo: nei ristoranti di Favignana, specie quelli affacciati sul porto… la Bettola fa una tartare squisita!

Cosa mangiare a Favignana: i dolci tipici della tradizione

Oltre alle già citate cassatelle, a Favignana potrete gustare i più tipici dolci siciliani!

Dalle stuzzicanti cassate siciliane ai cannoli canditi alla ricotta, dalle paste di mandorla alle pesche dolci.

Cannoli, ma non solo

Queste ultime sono delle morbide paste briosches imbevute di Alchermes farcite con crema di ricotta.

I cannoli credo che non abbiano invece bisogno di presentazioni, o no?

Considerati nel mondo veri e propri ambasciatori della pasticceria siciliana, questi strepitosi involtini composti da una scorza croccante, ricotta dolce e frutta candita, fanno letteralmente impazzire chiunque!

A Favignana sono presenti moltissime pasticcerie. Non dovrai far altro che andare in esplorazione per le vie del villaggio ed entrare in quelle che maggiormente ti ispirano… le prelibatezze non mancheranno di certo!

Costo:la pasticeria non ha costi elevatissimi. Un cannolo può ad esempio costare dai 3 ai 6 euro.
Ingredienti: dipende dal dolce
Dove provarlo: in tutte le pasticcerie di Favignana, dall’antica Ciuri Ciuri all’elegantissima Lu Cannolu!

Cosa mangiare a Favignana: signori e signore, sua maestà il tonno!

Favignana è spesso chiamata l’isola del tonno. E in effetti è un ingrediente che di rado manca nei meravigliosi piatti tipici della perla delle Egadi!

Abbiamo visto le polpette di tonno e la tartare, ma si potrebbero citare molte altre prelibatezze preparate sull’isola con questo sfiziosissimo pesce!

La tagliata di tonno è un altro dei piatti forti di Favignana. Servita con contorno di patate al forno o lattughino / altre verdure, magari raccolte fresche di rugiada dall’orto, è una vera e propria prelibatezza per il palato del turista!

Non è esagerato affermare che Favignana senza il tonno non sarebbe Favignana!

Lasciati dunque tentare dalle insalate di tonno crudo o dai primi conditi col pesce simbolo dell’isola!

In ultimo vorrei consigliarti di visitare il meraviglioso Ex Stabilimento Florio, oggi interessantissimo sito archeologico e un tempo tonnara più i mportante della regione.

Posso garantirti che non resterai deluso e che capirai al meglio l’importanza che il tonno ha rivestito per l’isola.


Street food a Favignana

A Favignana sono presenti molti locali, friggitorie, chioschetti turistici e bancarelle che offrono cibo da strada. Muoversi per le viuzze del paese e più in generale sull’isola è un’esperienza al limite del fiabesco, per la meraviglia degli scorci e delle case!

Grande protagonista è anche in questo caso il pesce, soprattutto fritto!

Eccezionali in particolare i molti locali che offrono hamburger con tonno fritto o altro pesce!

Con un vivace contorno di verdure fresche e una frizzante Coca Cola, questi manicaretti rappresentano lo street food ideale per un pasto all’aria aperta da n on dimenticare!

Altra prelibatezza che non puoi davvero predere sono i classici arancini siciliani, sull’isola molto cucinati. Ce n’è per tutti i gusti, ma sono perlopiù riempiti di pesce, formaggia e riso.

In veste street food sono davvero la merenda perfetta!

Un ultimo consiglio? Il kebab di tonno! Non perderlo per nulla al mondo.

Cosa mangiare e dove a Favignana?


Favignana trabocca di locali tipici dove potrai assaporare la vera cucina tradizionale. Ti consiglio il centro del paese o la zona del litorale per assaggiare i migliori piatti di pesce!

Cosa mangiare a colazione a Favignana?

Recati nelle migliori pasticcerie del centro e lasciati tentare dalle moltissime specialità dolciarie dell’isola e più in generale della meravigliosa regione siciliana!