Home » Marketing Turistico » Guida all’ottimizzazione SEO per Hotel

Guida all’ottimizzazione SEO per Hotel

Tavola Periodica della SEO
Credits: @SearchEngineLand

Esiste un modo per ottenere prenotazioni senza dover per forza regalare una parte dei nostri profitti alle OTA? Fortunatamente sì, una soluzione esiste!

Con un sito web per Hotel completo e aggiornato ottenere prenotazioni dirette è ancora possibile.

L’unico ostacolo? Fare in modo che gli utenti visitino il tuo sito, in parole tecniche: portare traffico al tuo sito web

La maggioranza degli utenti che visitano un sito web proviene dalla SERP, cioè la pagina dei risultati del motore di ricerca (es. Google, Yahoo, Bing, ecc,).

Se vuoi aumentare il numero di persone che ogni giorno visitano il sito web del tuo hotel e di conseguenza aumentare il numero di prenotazioni, dovrai riuscire a posizionarti tra i primi risultati della SERP. 

Come? La prima cosa da fare è mettere in atto una strategia di ottimizzazione SEO per il sito del tuo Hotel. 

Cos’è la SEO per hotel? 

La Search Engine Optimization, comunemente detta SEO dagli addetti ai lavori, viene definita come l’insieme di tutte quelle pratiche e strategie volte a ottimizzare il posizionamento di un sito web sul motore di ricerca. 

La SEO applicata al settore alberghiero ha quindi lo scopo principale di aumentare il traffico organico al tuo sito web (senza utilizzare annunci e pubblicità a pagamento) con lo scopo di ottenere un aumento delle prenotazioni dirette

La SEO è generalmente riconosciuta come uno dei pilastri fondamentali del web marketing per strutture ricettive grazie al fatto che contribuisce a migliorare la tua presenza sulla rete. 

Quali sono i fattori che influiscono maggiormente sul ranking di un sito web?

Innanzi tutto ci tengo a precisare che la SEO non è una scienza esatta e che gli algoritmi che determinano il posizionamento di un sito web sono in costante evoluzione.

Tuttavia esistono diversi fattori che sono stati riconosciuti (alcuni perfino confermati da Google) come determinanti per il posizionamento. 

Analizzeremo insieme i fattori più importanti che determinano il ranking di un sito web nei prossimi paragrafi di questo articolo e ti svelerò le tecniche più efficaci per migliorarli e ottimizzarli. 

Prima di analizzare ogni singolo ranking factor, forse è meglio iniziare dal processo che sta dietro alla generazione della SERP da parte dell’algoritmo del motore di ricerca.

Possiamo semplificare questo processo distinguendo tre fasi:

  1. I motori di ricerca utilizzano degli spider per analizzare il contenuto di una pagina web e capire quale sia l’argomento principale da essa trattato;
  2. Il motore di ricerca utilizza poi queste informazioni per organizzare un indice dei contenuti che sono presenti sul web;
  3. Ogni volta che un utente fa una ricerca l’algoritmo cerca di trovare il match perfetto tra query di ricerca e contenuto presente nell’indice.

Lo scopo di Google (e di tutti gli altri Search Engine), è quello di fornire il contenuto più rilevante, di qualità e che contenga le risposte che sta cercando. 

Perché creare una strategia SEO per Hotel?

Il settore alberghiero sul web è estremamente competitivo.

Non solo devi confrontarti con le altre strutture ricettive della tua zona, ma devi anche combattere con le Online Travel Agencies che a causa della loro difusione a livello mondiale si rivelano un osso duro da battere.

Senza parlare del fatto che internet e i mezzi di trasporto moderni hanno reso la competizione praticamente globale dal momento in cui, per un turista, scegliere di andare a Milano oppure a Berlino non cambia molto in termini economici.

Sempre più spesso l’organizzazione di un viaggio inizia dalla barra di ricerca di Google, l’utente ottiene quindi una serie di risultati che Google ritiene pertinenti alla sua query e secondo le statistiche il risultato in prima posizione ottiene il 32% dei click.

Sintetizzando: essere in prima posizione nella SERP per una query rilevante farà aumentare il traffico al sito web del tuo hotel. 

Certo, anche gli annunci a pagamento come Google Ads per Hotel ti permettono di raggiunger la prima pagina ma ci sono due aspetti fondamentali da valutare:

  1. La pubblicità ha un costo generalmente Pay Per Click, quindi pagherai ogni volta che un utente interagisce con un tuo annuncio (cosa che non avviene con i risultati organici);
  2. La SEO è una strategia che porta risultati a lungo termine, a differenza delle altre tecniche di web marketing.

È quindi evidente che la SEO (insieme alle campagne via email) rappresenta una delle migliori tecniche di web marketing per hotel quando si tratta di migliorare il proprio posizionamento sulla SERP, aumentare la propria visibilità e dare una spinta al traffico al sito web. 

Tuttavia, elaborare una strategia SEO non significa unicamente selezionare alcune parole chiave per cui vuoi posizionare il sito del tuo hotel.

Essa si compone di diversi fattori, tecniche e strategie ed è per questo motivo che per riuscire a ottimizzare correttamente ogni aspetto di un sito è necessario elaborare un piano d’azione

Nei prossimi paragrafi andremo quindi ad approfondire i principali temi che riguardano l’ottimizzazione SEO di un sito per Hotel:

  1. User Experience
  2. Ottimizzazione On Page
  3. Keywords
  4. Autorità del Dominio
  5. Link Building

User Experience 

A Google stanno a cuore i propri clienti (o almeno così ci vuole far credere), vuole offrire la migliore esperienza ai propri utenti, in modo che questi continuino a navigare sulla rete senza mai abbandonarla. 

Ecco il motivo per cui la User Experience (UX) è il primo argomento che andremo ad affrontare in questa guida all’ottimizzazione del sito web del tuo hotel.

La UX è determinata da diversi fattori come:

  1. Usabilità del sito;
  2. Accessibilità;
  3. Design;
  4. Grafica;
  5. Utilità delle informazioni fornite;
  6. Completezza;
  7. Velocità di caricamento.

Come migliorare l’UX del sito web di un hotel?

Analizza comportamento dell’utente nel sito

Un sito web dovrebbe essere progettato pensando al proprio target di riferimento. È inutile voler fare qualcosa che possa andare bene per tutto e per tutti. Ognuno ha le proprie esigenze e risponde meglio a determinati stimoli. 

Osservare e analizzare il comportamento dell’utente sul tuo sito è un modo per scoprire cosa funziona e cosa no e in che modo potresti migliorare le performance di un sito. 

Migliora la velocità e le performance del sito

Un sito web lento è esattamente il contrario di ciò che si intende con buona UX.

Agli utenti non piace proprio dover aspettare che una pagina si debba caricare per poter accedere alle informazioni di cui hanno bisogno.

A questo proposito esiste uno specifico rapporto conversioni-velocità secondo il quale un caricamento lento influisce negativamente sul tasso di conversione fino al 20%.

Questo risulta ancora più evidente quando gli utenti si collegano alla rete da Smarphone o altri dispositivi Mobile.

Mobile First: cura il tuo sito per i dispositivi mobili

È già da qualche anno che si parla dell’importanza di avere un sito capace di adattarsi agli schermi dei dispositivi mobile.

Ce lo dice Google, definendo il responsive web design come una best practice, ma ce lo confermano anche i dati riguardanti le abitudini dei consumatori.

Ottimizzare il sito del tuo Hotel in modo che possa essere visualizzato facilmente su mobile non è una scelta, ma una necessità.

Dal lato SEO tieni a mente che Google preferisce i siti web responsive che quindi hanno maggiore possibilità di finire in prima posizione. Non a caso uno dei più recenti aggiornamenti dell’algoritmo di Google e stato chiamato Mobile First.

Dal lato utente considera il fatto che le persone tendono a effettuare la maggioranza delle ricerche locali da mobile e che quindi, se non saranno in grado di visualizzare il tuo sito dal proprio Smartphone lo abbandoneranno in meno di 2 secondi.

Studia e tieni monitorati i competitor

La concorrenza, a volte, può esserti utile.

Quando stai cercando di posizionarti per una determinata parola chiave, una delle prime cose da fare è quella di digitarla nella barra di ricerca di Google e andare ad analizzare i primi risultati. 

Se un competitor ottiene un risultato migliore del tuo, un motivo c’è. Il tuo compito è quello di monitorare costantemente i siti web che consideri tuoi concorrenti cercando di individuare le tendenze e i cambiamenti. 

Esistono diversi strumenti, solitamente a pagamento ma con alcune funzioni gratuite, che ti possono aiutare a tenere costantemente monitorata la concorrenza:

  • SeoZoom;
  • Semrush;
  • Ahrefs;
  • Ubersuggest.

Ti basterà inserire il dominio del sito dei tuoi competitor per ottenere importanti informazioni come una lista delle Keyword per cui sono posizionati, il posizionamento sulla SERP, i link esterni al dominio, ecc.

L’analisi della concorrenza è fondamentale per elaborare una strategia SEO in linea con quella della tua concorrenza e non rischiare di rimanere indietro rispetto agli altri.

Ottimizzazione On-page del sito e delle pagine interne

Abbiamo già detto che la SEO comprende diverse attività e viene applicata a diversi elementi che riguardano direttamente o indirettamente un sito web. Spesso gli interventi vengono suddivisi in due macro aree:

  1. SEO On Page: ottimizzazioni che riguardano direttamente il sito;  
  2. SEO Off Page: azioni svolte al di fuori del sito di riferimento, ma che hanno lo scopo di migliorarne il posizionamento.

In questa sezione ci concentreremo sulle attività On Page in quanto esse costituiscono il punto di partenza di ogni strategia SEO.

Voler migliorare il posizionamento di un sito web partendo dalle attività Off Page è un po’ come voler arredare una casa partendo dal giardino.

La SEO On Page si compone di diversi elementi riguardanti ad esempio la struttura del sito, la velocità di caricamento, l’organizzazione dei contenuti, i link interni e la capacità del sito di adattarsi al mobile. 

Di seguito troverai alcuni consigli per ottimizzare questi elementi del sito web del tuo hotel.

Menù

Il menù è di estrema importanza per due punti principali: 

  1. Se l’utente non riuscirà a trovare facilmente ciò che sta cercando abbandonerà il tuo sito. In questo modo non solo perderai un potenziale cliente ma si alzerà anche il tasso di abbandono che ha un impatto negativo sul ranking;
  2. Gli utenti non sono gli unici a leggere il menù di un sito, anche Google lo analizza per capirne la struttura e valutare se può soddisfare le esigenze di ricerca degli utenti.

È quindi molto importante dare una struttura semplice al menù principale, dando un’organizzazione gerarchica a categorie e sottocategorie in modo che possano essere trovare intuitivamente da chi visita per la prima volta il tuo sito.

In due parole: User Experience!

Slider e contenuto di disturbo

Si tratta di una tendenza comune tra molti siti web aziendali negli ultimi anni, ma utilizzare Slider con contenuti video e immagini non è una delle soluzioni migliori in ottica SEO. 

Perché dovresti seriamente valutare di eliminarli? 

Hanno un impatto negativo sulla SEO, principalmente per 4 motivi principali: 

  • L’uso ripetuto dell’H1;
  • Flash;
  • Caricamento della pagina lento;
  • Contenuto scadente.

Esistono altre soluzioni più efficaci dal punto di vista SEO per inserire questo tipo di contenuti sul tuo sito senza rischiare di influire negativamente sulla velocità di caricamento del sito.

Struttura URL SEO friendly

Secondo la guida di Support Google gli URL dovrebbero essere brevi, strutturate in modo logico e facilmente intellegibili per gli utenti

Gli URL troppo complessi, riporta Google, possono causare problemi ai crawler che le scansionano e di conseguenza il tuo sito rischierebbe di non venire indicizzato completamente.

Meta Title e Meta Description

Google non è sempre molto chiaro riguardo a cosa valuta e in che modo quando si tratta di decidere il posizionamento di un sito web. Ma se c’è cosa di cui ogni SEO specialist è certo è il fatto che Google odia i duplicati, non li tollera proprio. 

Negli anni di consulenza come SEO specialisti per siti web di Hotel ho avuto modo di notare come spesso questo principio non viene applicato ai meta tag. 

I Meta sono i campi di una pagina web (come Titolo e Descrizione) che hanno il compito di descrivere il contenuto di una pagina web al motore di ricerca.

Essi vengono utilizzati per generare le descrizioni dei risultati che compaiono nella SERP.

Purtroppo, troppo spesso, i siti web trascurano l’importanza di questi elementi, duplicandone titoli e descrizioni, con l’unico risultato di essere penalizzati nel ranking. 

Le possibilità qui sono due: 

  1. Lasciare i campi vuoti, permettendo quindi al motore di ricerca di crearli automaticamente in base al contenuto della pagina;
  2. Creare dei campi ottimizzati e unici.

Ora, creare Meta Title e Meta Descriprion unici per ogni pagina del tuo sito web richiede tempo e una buona dose di creatività. Ti consiglio di ottimizzare almeno i Meta delle pagine più importanti del sito del tuo Hotel.

Esempi di Meta Title e Description nella SERP - Ottimizzazione SEO per Hotel

Alcune regole per Meta Tag ottimizzati:

  • Divieto assoluto di duplicazione (l’ho già detto, ma ripetere non guasta mai);
  • Non superare i 60 caratteri per il Meta Title e i 155 per la Meta Description, pena la mutilazione del tuo testo;
  • Inserisci le parole chiave (in modo naturale e mai forzato) per cui desideri posizionare la pagina;
  • Riporta informazioni coerenti e rilevanti riguardo alla pagina;
  • Nella Meta Description inserisci una Call To Action che invogli l’utente a cliccare sul risultato. 

Immagini

Le immagini sono un elemento fondamentale per mostrare il tuo hotel agli utenti. Spesso, prima di prendere una decisione, un tuo potenziale cliente si sofferma prima sulle immagini e in seguito presta attenzione alle descrizioni.

Tuttavia sono necessari alcuni accorgimenti per fare in modo che le immagini non influenzino negativamente il posizionamento del tuo sito web, soprattutto la velocità di caricamento. 

È buona norma comprimere le immagini prima di caricarle sul tuo sito, in modo da alleggerirne il peso. 

Inoltre è necessario rinominare le immagini con nomi pertinenti e mai generici e compilare gli apposito campi come Tag Alt e Descrizione. In questo modo consentirai al motore di ricerca di capirne il contenuto e potrà utilizzarle per la ricerca immagini. 

Interlinking SEO

Inserire link interni tra le pagine del sito consente di facilitare la scansione da parte dei crawler di Google e di migliorare allo stesso tempo la User Experience. 

I link interni sono infatti dei punti di accesso tra le varie pagine del tuo sito che permettono agli spider di passare da una pagina all’atra. Allo stesso tempo sono utili per invitare gli utenti a visitare altre sezioni del sito a cui potrebbero essere interessati. 

Ovviamente l’interlinking SEO deve essere strutturato secondo una logica precisa, rispettando l’organizzazione gerarchica del sito e i contenuti delle pagine.

Heading Tag 1,2,3…

Avrai notato che ordine e gerarchia sono due elementi ricorrenti quando si parla di ottimizzazione SEO. Assicurati di averli bene in mente anche quando ti dedicherai alla formattazione delle pagine del tuo sito web. 

Il Titolo H1 e i vari sottotitoli ti aiutano infatti a strutturate una pagina e organizzare il contenuto.

Ecco alcuni consigli per utilizzare correttamente gli Headings Tag:

  • Utilizza un solo H1, che deve essere coerente con l’intero contenuto della pagina e diverso dal Meta Title;
  • Utilizza la Keyword principale nel Titolo H1;
  • Dividi i testi lunghi in paragrafi, rispettando la gerarchia: H1, H2, H3, … H6;
  • Non è necessario utilizzare tutti gli Heading Tag fino a H6, comunemente anche gli articoli più lunghi non superano il titolo H4. 

Contenuti e formattazione

Qual è lo scopo principale di un sito web? 

Fornire informazioni. Le prenotazioni, i contatti, l’engagement, ecc. vengono dopo: sono una conseguenza. 

Non volermene a male se anche io finisco per citare Bill Gates con quello che ormai è diventato il mantra della SEO: “Content is King”. Ma la verità è che senza contenuti di qualità non si va da nessuna parte (sicuramente non sulla prima pagina della SERP). 

Come si creano contenuti di qualità per il sito web di un Hotel? 

Innanzi tutto dovrai pensare ai testi delle pagine del tuo sito: i tempi delle descrizioni striminzite sono terminati. Quando descrivi una stanza, un servizio o qualsiasi informazione che tu voglia riportare sul tuo sito, non avere paura di sprecare qualche parola in più. 

Assicurati che ogni testo riporti le informazioni necessarie in modo completo, cercando di riportare ogni specifica rilevante, senza però essere ripetitivo. 

Un modo per arricchire di contenuti rilevanti il sito web del tuo Hotel potrebbe essere quello di tenere un Blog Aziendale.

Pubblicare periodicamente post e articoli è un modo efficace per mantenere costantemente il tuo sito aggiornato .

Potresti ad esempio creare post riguardanti il tuo hotel, la destinazione e fornire utili consigli a chi desidera venire in vacanza nella tua località. Insomma, parla di qualsiasi cosa che possa interessare al tuo pubblico target.

Se la scrittura non è il tuo forte ti consiglio di affidare questo compito a un SEO Copywriter che abbia esperienza in questo settore.

Saper scrivere testi in ottica SEO è un’arte che si impara con la pratica e solo chi si occupa esclusivamente di questo saprà aiutarti a migliorare il posizionamento del tuo sito web.

Ricerca Parole Chiave per il tuo Hotel

Le Keyword (o parole chiave) sono i termini che vengono utilizzati dagli utenti per effettuare delle ricerche riguardo a un argomento.

Se vogliamo essere precisi dobbiamo precisare che Keyword indica un unica parola, ad esempio: hotel, resort, albergo, ecc. 

Le parole chiave di questo tipo sono troppo generiche e voler posizionarsi per esse è praticamente inutile per una struttura ricettiva. 

Potresti anche posizionarti in prima pagina per la keyword “hotel” ma nel 99,9% dei casi l’utente che fa questo tipo di ricerca vuole delle informazioni generiche riguardo a questo termine e non è interessato alla tua struttura ricettiva. 

Se il tuo obiettivo è portare traffico qualificato al tuo sito, ciò che dovrai fare è concentrarti sulle Keyword Long Tail, cioè delle parole chiave specifiche come ad esempio “Hotel Milano centro con parcheggio gratuito

Una volta individuate delle parole chiave pertinenti bisogna innanzi tutto analizzare l’intento di ricerca. 

Analisi intento di ricerca

L’analisi dell’intento di ricerca ti permette di capire esattamente cosa stanno cercando gli utenti quando usano una determinata keyword, di conseguenza potrai creare una pagina ad hoc che sappia rispondere esattamente alle esigenze dell’utente. 

Esistono tre tipologie di Keyword:

  1. Transazionale: quando l’utente desidera acquistare qualcosa, es. hotel Roma stanza singola prezzo;
  2. Informativa: quando la Keyword è usata per cercare informazioni, es. come arrivare a Roma Centro da Fiumicino;
  3. Navigazionale: quando l’utente sta cercando un determinato sito, es. Numero di Telefono Hotel X (Nome dell’Hotel). 

Identificando l’intento di ricerca potrai scegliere con precisione quale pagina posizionare per una determinata Keyword. Ad esempio:

  1. Keyword transazionale: il risultato per questa parola chiave potrebbe linkare alla pagina dove mostri i prezzi e le camere disponibili del tuo hotel;
  2. Keyword Informativa: in questo caso la risposta adatta potrebbe essere un articolo del tuo blog dove fornisci le informazioni che l’utente sta cercando;
  3. Keyword Navigazionale: in questo caso l’utente che digita una query navigazionale desidera visualizzare un sito ben preciso, se si tratta del tuo il lavoro risulta più semplice. Nell’esempio che ho fatto sopra potresti posizionarti con la pagina del tuo sito dedicata ai contatti del tuo Hotel. 

Conoscere l’intento di ricerca non è utile solo al SEO Executive che ha il compito di ottimizzare le pagine del tuo sito web, anche il motore di ricerca cerca di comprenderlo in modo sempre più preciso, in modo da fornire risultati pertinenti che soddisfino l’utente. 

Ma come fare per capire quale sia l’intento di ricerca che si nasconde dietro una parola chiave?

Il metodo più semplice, economico e preciso rimane quello di digitarla nella barra di ricerca di Google e analizzare i risultati della prima pagina. Ti sarà subito chiaro se si tratta di parole chiave transazionali, informative o navigazioni. 

Intercetta keyword e argomenti correlati

Gli strumenti di ricerca di parole chiave possono aiutarti non solo ad individuare nuove keyword relazionate al tuo dominio, ma possono anche suggerirti importanti argomenti correlati. 

La ricerca di parole chiave relazionate tra loro, che quindi possono riferirsi alla stessa query, ti aiuterà a creare contenuti semanticamente rilevanti per il motore di ricerca.

In pratica: più un testo contiene keyword relative ad un argomento (utilizzate in modo spontaneo e naturale mi raccomando) più la pagina web ha la possibilità di posizionarsi in prima pagina della SERP. 

Gli argomenti correlati sono invece nuove query, a cui magari non hai ancora pensato ma che possono rientrare tra gli argomenti trattati dal tuo sito web. 

Ti faccio subito un esempio: nella barra di ricerca di Google ho cercato “quando andare in vacanza in Sardegna”. Infondo alla pagina dei risultati di ricerca mi sono comparse tanti altri suggerimenti di Google, cioè le ricerche correlate alla mia query. 

Esempio di Ricerche correlate per Ottimizzazione SEO per Hotel

Ecco alcuni Tool che possono aiutarti a trovare argomenti correlati interessanti:

  • Google Trends;
  • Answer The Public;
  • People Also Ask di Google;
  • Buzzsumo;
  • Reddit.

Intercetta le domande latenti

Con il termine domanda latente ci si riferisce a quelle ricerche che non si riferiscono a un un bisogno specifico, che spesso l’utente non sa nemmeno di avere. 

Ad esempio, una persona che vuole partecipare a un evento che si terrà nella tua città magari non ha ancora pensato all’alloggio.

Ecco, questa è la tua occasione di intercettare una domanda latente.

Una delle migliori tecniche per intercettare questi bisogni inespressi degli utenti è quello di creare una sezione del tuo blog appositamente per articoli dedicati a eventi e alti argomenti di interesse (es. musei, parchi, ecc.)

Dovrai fornire tutte le informazioni rilevanti riguardo all’argomento e concludere con una Call To Action come: “Vuoi partecipare? Non scordarti di prenotare un alloggio!

Definire la parola chiave per la quale posizionarsi

Hai in mano una lunga lista di Keyword, parole chiave correlate e parole inutili.

È arrivato il momento di ripulire la lista e scegliere le parole chiave per cui vale la pena posizionarsi. Questa operazione può essere svolta in tre step principali:

  1. Elimina le Keyword troppo generiche;
  2. Valuta il volume di ricerca;
  3. Misura la competitività.

Lo strumento più utilizzato per effettuare l’analisi delle parole chiave è Keyword Planner di Google ADS che ti consente di creare dei report contenti dati importanti riguardo alle parole chiave che hai individuato.

L’utilizzo di uno strumento di analisi come Keyword Planner richiede delle competenze tecniche del settore (banalmente saper interpretare i dati del report). Il rischio è quello di valutare i dati in modo errato e selezionare parole chiave poco rilevanti o troppo competitive.

Implementa i dati strutturati

Un altro fattore importante dal punto di vista della SEO di un sito web sono i dati strutturati, cioè delle informazioni riguardanti la pagina che vengono inserite manualmente nel codice html. 

I dati strutturati consentono ai motori di ricerca di capire in modo più preciso il contenuto di una pagina web organizzando le informazioni secondo uno schema preciso. 

Anche se Google è in grado di leggere i contenuti del sito del tuo hotel, non devi dare per scontato che sia in grado di interpretarle nel modo corretto. 

I dati strutturati devono quindi a facilitare la scannerizzazione della pagina da parte dei crawler e aiutare il motore di ricerca a interpretare le informazioni e metterle in relazione tra loro. 

In sintesi: i dati strutturati favoriscono una corretta indicizzazione della tua pagina da parte del motore di ricerca. 

Ma non solo, essi sono fondamentali per ottenere Rich Snippet cioè risultati di Google che non si limitano unicamente a fornire Meta Title e Description ma contengono informazioni aggiuntive utili per catturare l’attenzione dell’utente.

Alcuni dati che potresti implementare per ottenere un Rich Snippet:

  • Recensioni;
  • Eventi;
  • Star Reviews;
  • Prezzi;
  • Video.

Aumenta l’autorità del dominio e il traffico da diversi canali

La Domain Authority o Autorità di Dominio (DA) è una metrica che SEO Executive e Webmaster usano per indicare la probabilità che ha un dominio di posizionarsi sulla SERP. 

In pratica, l’algoritmo di Google oltre a tutti i fattori che abbiamo già nominato (UX, Keyword, Velocità di caricamento, e tanti altri) valuta anche l’autorità del tuo dominio. 

La DA viene indicata con un punteggio che va da 1 a 100, più il numero è alto maggiore è la probabilità che il sito si posizioni nella prima pagina della SERP. 

In base a quali fattori viene calcolata la DA?

Vengono presi in considerazione vari fattori, tra cui: 

  1. Anzianità del dominio;
  2. Link in entrata;
  3. Qualità dei link.

Come migliorare la DA del sito web del tuo Hotel?

Voglio avvertirti fin da subito che migliorare l’autorità di un dominio richiede un impegno costante, si tratta di un processo lento che può durare anche dei mesi.

Ma in fondo, se la SEO fosse un’attività semplice e con risultati immediati, saremmo tutti in prima pagina, no?

Ecco alcuni accorgimenti che puoi mettere in atto per migliorare la DA del tuo sito. 

Blog per l’hotel

I Blog Aziendali sono un ottimo strumento per aumentare il traffico a un sito web e migliorare la propria visibilità sul web.

Questi sono i due motivi principali per cui una struttura ricettiva che vuole raggiungere un maggior numero di utenti e attrarre nuove visite al proprio sito dovrebbe avere an blog aziendale. 

Ma un blog non è utile solamente al lato SEO del sito web di un Hotel, è anche un ottimo strumento per coinvolgere il proprio pubblico e migliorare la reputazione online di un Hotel.

Riassumendo, un blog è utile per:

  • Migliorare la presenza online;
  • Aumentare il traffico organico al sito;
  • Migliore posizionamento nella SERP;
  • Fornire informazioni utili e rilevanti a potenziali clienti;
  • Aumentare il coinvolgimento del pubblico;
  • Affermarsi come punto di riferimento del settore;
  • Sfruttare la comunicazione creativa per mostrare i propri vantaggi;
  • Migliorare la Brand Reputation dell’Hotel.

Ecco alcune idee che potresti utilizzare per creare il Blog Aziendale del tuo Hotel:

  • Articoli dedicati a storia, cultura e curiosità riguardanti la tua località;
  • Post che trattano di eventi locali e attrazioni che possono potenzialmente attrarre nuovi turisti;
  • Informazioni pratiche es. come raggiungere la località, cosa mettere in valigia, quali sono i periodi migliori per visitare la città, ecc.
  • Articoli dedicati ai servizi offerti dalla tua struttura ricettiva.

Queste potrebbero essere le macro categorie, ma che possono racchiudere tantissimi argomenti differenti.

Non riesci a trovare l’ispirazione giusta? Fatti aiutare da strumenti pensati appositamente per trovare argomenti correlati a una chiave di ricerca. 

Ad esempio, io utilizzo spesso Answer The Public, un tool disponibile nella versione gratuita (con limitazioni) oppure a pagamento. Questo strumento ti permette di trovare facilmente tutte le domande che gli utenti fanno a Google in relazione a un determinato argomento. 

Esempio di ricerca di domande correlate con Answer the public - SEO per Hotel

Social Media marketing per hotel

Che ci piaccia oppure no, i Social Media sono ormai parte integrante della nostra vita quotidiana, soprattutto di quella dei millennials.

Perché dovresti preoccuparti dei millennials?

La risposta è semplice: secondo alcune statistiche di Google e altri operatori del settore sarà proprio questa generazione a costituire la maggioranza dei viaggiatori a livello mondiale nei prossimi anni. 

È quindi importante per un operatore del settore turistico riuscire a costruire una solida presenza sui canali social che vengono maggiormente utilizzati dal grande pubblico per comunicare, interagire e mettersi in contatto con le aziende. 

Elaborare una strategia di Social Media Marketing per il turismo non solo ti aiuterà a raggiungere più facilmente e in modo diretto i tuoi potenziali clienti, ma ha degli effetti positivi anche sul lato SEO del tuo sito. 

La presenza sui social non è un fattore che influenza direttamente la SEO come lo sono i link interni e la UX, ma tuttavia un Report di Searchmetrics ha dimostrato che esiste una chiara correlazione tra i Social Signals (like, condivisioni, commenti, menzioni, ecc.) e posizionamento. 

Infine, la possibilità di inserire un link che rimandi gli utenti al sito web del tuo Hotel è un’ottima occasione per aumentare il traffico diretto al tuo sito.

Insomma, se ancora non hai elaborato un piano per rafforzare la tua presenza sui social, il mio consiglio è quello di iniziare subito!

Influencer marketing

A proposito di Social, è arrivato il momento di parlare di una delle figura più discusse nel mondo del

(e non solo) negli ultimi anni: l’influencer.

Non ho la minima intenzione di cercare di stabilire se si tratti di un lavoro oppure no. Quello che mi interessa è come un Hotel possa sfruttare gli Influencer per migliorare la propria visibilità e aumentare il traffico al proprio sito web.

Ti ho già parlato di come gli influencer possano contribuire positivamente allo sviluppo di una campagna di marketing per una struttura ricettiva in un altro articolo. Qui vorrei concentrarmi sugli aspetti positivi dal punto di vista SEO

Abbiamo visto come il posizionamento di un sito è in parte influenzato dalla Domain Authority che a sua volta dipende da vari fattori, tra cui i link in entrata

Da qui la relazione tra SEO e Influencer Marketing è facilmente deducibile: quando un Influencer condivide un link al tuo sito attraverso i canali social contribuisce a migliorare la tua Domain Autority e allo stesso tempo aumenta la notorietà del tuo brand.

Inoltre, vedendo il nome del tuo Hotel menzionato in vari post, gli utenti saranno spinti a cercarlo su Google, aumentando il traffico diretto al tuo sito web.

È importante selezionare un Influencer che si dedichi al settore dei viaggi e del turismo, in quanto anche la pertinenza dell’argomento determina la qualità di un link. 

Esistono diversi strumenti per individuare l’influencer perfetto per te, tra questi: il motore di ricerca, BuzzSumo e Followerwonk. 

Un’ultima cosa importante da tenere a mente quando dovrai selezionare l’influencer perfetto: valuta il suo blog. Un link al tuo sito inserito in un post di un blog autorevole può influire significativamente sulla tua autorità. 

Per sapere se il blog di un Influencer possa essere considerato come autorevole puoi servirti di diversi Tool per misurare la Domain Authority:

  • Domain Authority di MOZ;
  • Domain Rating di AHREFS;
  • Trust Flow di Majestic;
  • SemRush Organic Traffic;
  • Referring Domain di Google.

Sfrutta le menzioni

Le menzioni sono tutte quelle citazioni di un Brand, sito web, documento, ecc. che vengono fatte online senza inserire un link diretto allo stesso. 

In pratica sono tutte quelle volte in cui parlando di un argomento si nomina un soggetto specifico in modo naturale e senza impiegare link che rimandino al suo sito. 

Ad esempio, Nespresso viene inevitabilmente menzionata nella stragrande maggioranza degli articoli e testi che parlano di macchine da caffè. Google ne deduce che il Brand è quindi particolarmente rilevante per questo argomento. 

Il motore di ricerca interpreta quindi le menzioni di un Brand in un determinato contesto come un indice di trust.

Come puoi sfruttare le menzioni a tuo vantaggio?

Innanzi tutto dovresti monitorare le menzioni che sono già presenti sul web. Per farlo ti basta attivare un servizio come Google Alert che ti avviserà ogni volta in cui il nome del tuo Hotel (o qualsiasi altra nome tu ritenga di dover monitorare) viene citato sul web. 

In questo modo potresti intercettare conversazioni e commenti, soprattutto su Blog e Forum di viaggi, ai quali puoi rispondere direttamente lasciando un link che rimandi al tuo sito.

Se invece il tuo scopo è quello di aumentare le menzioni del tuo Hotel sul web, ecco cosa potresti fare: 

  • Creare contenuti di qualità che il tuo pubblico, ma soprattutto professionisti del settore turistico o alberghiero possano condividere citandoti come fonte;
  • Collaborazioni con altri professionisti del settore in modo da aumentare reciprocamente la noterietà;
  • Guest post su siti web che trattano di viaggi, turismo, vacanze, ecc. 
  • Recensioni online sulle varie piattaforme.

I risultati di una strategia SEO non sono immediati e in alcuni casi è necessario ricorrere alla più classica pubblicità a pagamento per aumentare il traffico al nostro sito. 

Fortunatamente per te Google ha creato un sistema di promozione pubblicitaria appositamente per le strutture ricettive: Google Hotel ADS. 

Google ADS per Hotel è una piattaforma pubblicitaria attraverso la quale le strutture ricettive hanno la possibilità di mostrare tariffe e camere libere agli utenti che stanno cercando un alloggio in una determinata zona. 

Praticamente costituisce la tua migliore chance di posizionarti per una keyword come: “Hotel Foggia” (o qualunque altra località in cui sia ubicato il tuo Hotel).

Esempio di Google ADS per Hotel - Strategia SEO per Hotel

Purtroppo non basta un solo paragrafo per trattare esaustivamente l’argomento degli Hotel ADS di Google.

Se vuoi capire meglio come funzionano gli annunci a pagamento per Hotel e conoscere i vantaggi può trarre la tua struttura da questo sistema di gestione delle offerte, puoi consultare la mia guida a Google Hotel ADS

Google My business per hotel

Le persone vogliono vedere dove ti trovi ed è molto probabile che ti cerchino su Google Maps. Avere una scheda completa e aggiornata di Google My Business ti rende visibile sulle mappe e ti aiuta a fornire importanti informazioni ai tuoi potenziali clienti. 

Soprattutto Google MyBusiness ti aiuta a migliorare la SEO Locale, cioè a posizionarti per tutte quelle ricerche riguardanti una località specifica.

Cerca di arricchire il tuo profilo completandolo di tutte le informazioni necessarie, caricando immagini e rispondendo ai commenti e alle recensioni.

Google, nella Guida di Google My Business da alcuni consigli per migliorare il proprio posizionamento nelle ricerche locali:

  • Inserire informazioni complete e precise come sito web, indirizzo email, indicazioni stradali, ecc.;
  • Descrivere la propria attività fornendo informazioni uniche e importanti;
  • Aggiungi delle foto;
  • Gestisci le recensioni e rispondi ai clienti;
  • Mantieni aggiornati gli orari di apertura;
  • Verifica le sedi della tua attività.

Infine, se hai deciso di investire in Google Hotel ADS è bene che tu sappia che le informazioni relative alla tua struttura come sito web, indirizzo e recensioni dell’hotel vengono prese direttamente da Google MyBusiness. 

Google hotel ADS contro le OTA

Non è un caso che molte OTA e metasearch si siano lamentate del calo di visibilità subito a causa dei nuovi servizi di Google. 

Infatti se fino a poco tempo fa siti come TripAdvisor e Booking dominavano la prima pagina della SERP oggi sono messi in difficoltà dalla piattaforma pubblicitaria di Google. 

Da notare è il fatto che Booking sta aggirando il problema sfruttando il sistema di annunci, facilitato dal fatto che molti albergatori non lo stiano ancora utilizzando. 

Per questo motivo è importante prendere in considerazione la pianificazione di una campagna con Google Hotel ADS: per evitare di regalare un’altra importante fetta dei tuoi profitti alle OTA.

Link Building per link branding

Avere tanti link in entrata è un modo per far capite a Google che il tuo sito è autorevole e merita di posizionarsi in prima pagina.

Il Link Building è una tecnica SEO che ha come scopo quello di aumentare il numero di link in entrata al tuo sito. Come abbiamo già vito avere un buon profilo di link in entrata contribuisce a migliorare la nostra Domain Authority e di conseguenza il posizionamento.

Un link vale l’altro? Assolutamente no. 

Fare Link Building non significa cercare di ottenere il maggior numero possibile di link in entrata. Se fosse così semplice probabilmente non rientrerebbe nemmeno nelle tecniche SEO da utilizzare per migliorare il posizionamento del tuo sito. 

Innanzi tutto il link deve provenire da un sito autorevole, con una DA pari o (possibilmente) superiore a quella del sito del tuo Hotel.

Un altro aspetto importante è l’argomento, il settore di cui si occupa un sito. Per ottenere link di qualità al sito del tuo Hotel cerca siti web che parlino di viaggi, turismo e vacanze.

Esistono varie tecniche che puoi utilizzare per migliorare il profilo dei link in entrata del tuo sito, ho pensato di descriverti le due più facili da applicare al tuo sito.

Directory Locali

Le Directory Locali sono dei programmi che servono a gestire e organizzare varie informazioni riguardo ai siti web presenti su internet.

Il loro valore per la SEO è spesso messo in discussione, sicuramente le Directory generiche sono da evitare assolutamente, mentre quelle di nicchia hanno ancora un certo valore.

Nel caso di un sito di un Hotel, il mio consiglio è quello di cercare una directory che si dedichi esclusivamente di turismo.

Spia il profilo di Link dei tuoi competitor

Utilizzando gli strumenti che ti ho già indicato al punto 4 di questo articolo, potrai estrarre il profilo di Backlink dei siti web dei tuoi competitor.

In questo modo potresti individuare siti a cui tu stesso potresti richiedere di collaborare per ottenere anche tu una buona dose di link juice!

Consulente SEO per Hotel

Se sei arrivato fin qui leggendo tutta la guida: complimenti!

Se sei confuso e non ha idea da dove iniziare per elaborare una strategia SEO per il sito del tuo Hotel non ti preoccupare, è più che comprensibile.

Dopo tutto il tuo lavoro è quello di gestire un Hotel, non di gestire un sito web e assecondare ogni desiderio di Google.

Se vuoi davvero migliorare il posizionamento del tuo sito sulla SERP ed elaborare una strategia che funzioni, contattami subito e pianificheremo insieme la scalata alla vetta della prima pagina!

Per ulteriori consigli riguardo al marketing per hotel puoi visitare la sezione dedicata del mio blog. Troverai numerose guide e consigli che coprono l’argomento dall’analisi strategica per hotel alle migliori tencniche di marketing!